Cronaca Marina Centro / Viale Renato Parisano

Sangue nella notte, con un coccio accoltella alla gola il rivale in amore

Tentato omicidio nella zona mare di Rimini, l'aggressore arrestato dagli agenti della polizia di Stato

Foto archivio

Notte agitata nella zona mare di Rimini con uno straniero che, armato con un coccio di vetro, ha affrontato il rivale in amore. Secondo i primi riscontri verso l'1, nella notte tra mercoledì e giovedì, una pattuglia delle Volanti stava transitando in via Parisano quando, all'improvviso, una vettura che ha notato la "pantera" della polizia ha fatto cercato di scappare. Vista la situazione, gli agenti hanno rincorso l'auto ma il guidatore, dopo aver parcheggiato, ha nuovamente cercato di allontanarsi a piedi quando è stato bloccato dopo una breve fuga. Davanti al personale della polizia di Stato c'era un cinese 25enne che, in stato di forte agitazione, si presentava a torso nudo, sudato e sporco di sabbia e sangue sul volto e sulle braccia.

Lo straniero, inoltre, presentava delle ferite superficiali su tutto il corpo e, mentre gli agenti cercavano di capire cosa fosse successo, è arrivato l'allarme dalla centrale operativa che segnalava la presenza, al pronto soccorso di Rimini, di una coppia cinese con l'uomo gravemente ferito da una serie di coltellate e, in particolare, un profondo taglio alla gola. Anche il 25enne è stato portato in ospedale per essere medicato ed è merso che tutti e tre i cinesi si conoscevano. In particolare è stato possibile accertare che, nella serata di mercoledì, lo straniero bloccato dagli agenti era arrivato a Rimini insieme alla moglie per incontrare un connazionale nuovo compagno della donna e chiedere chiarimenti in merito alla loro relazione.

La discussione è presto degenerata e, sul lungomare nei pressi del Bagno 63, i contendenti sono passati prima alle mani e, poi, il 25enne ha afferrato una bottiglia di vetro trovata a terra e, dopo averla rotta, con un coccio ha aggredito il rivale. Nella collutazione, il giovane ha provocato all'avversario diverse ferite si cui, le più gravi, al collo. Solo per pochi centimetri, la scheggia di vetro che è penetrata nella carne non ha reciso la carotide. Nel frattempo la donna, atterrita, è corsa a chiede aiuto in un locale poco lontano mentre, il 25enne, scappava facendo perdere le proprie tracce. L'aggressore, dopo essere stato medicato in pronto soccorso, è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio. Mentre la vittima, un 32enne, è stato giudicato guaribile in 20 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sangue nella notte, con un coccio accoltella alla gola il rivale in amore

RiminiToday è in caricamento