Cronaca

Santa Giustina, San Vito, Spadarolo e Vergiano: "La solitudine delle periferie abbandonate al traffico"

Quarto appuntamento on line di Zeinta di borg, da tutti i residenti viene chiesta maggiore sensibilità per le nuove attività, sgravi fiscali e meno burocrazia

Si è tenuto ieri sera il quarto appuntamento online di una serie di incontri organizzati dal Presidente e Vice Presidente dell'associazione Zeinta di Borg con i commercianti e imprenditori di Rimini con l’intenzione di sostenere la città e sostenere le esigenze di chi ci vive e lavora. Dopo aver incontrato nelle settimane scorse gli imprenditori di Torre Pedrera, Marina Centro e  del Centro Storico Rimini, ieri a dire la loro sono stati gli imprenditori delle periferie di Rimini e per la precisione di San Vito, Santa Giustina, Spadarolo e Vergiano. "Le esigenze degli imprenditori di queste zone sono molto diverse da quelle delle altre zone - è emerso al termine del dibattito - non lamentano la carenza di parcheggi, ma vorrebbero una viabilità diversa, meno smog e più servizi, eventi e maggiore considerazione da parte di tutti. Ad esempio la realizzazione della nuova Circonvallazione a Santa Giustina gioverà ai residenti e all’attuale situazione di pericolosità ma andrà a intaccare il tessuto commerciale di una borgata che già soffre di una crisi che con gli ultimi sviluppi non ha aiutato. Una zona che dal punto di vista commerciale sta contraendo e di esercizi commerciali ne resteranno ben pochi. A San Vito invece c’è una maggiore positività: si chiede fortemente di incrementare gli eventi e stimolare tutti gli imprenditori per creare rete e organizzare qualche manifestazione o mercatino nel grande parcheggio di piazzale Gropius dove venivano un tempo organizzate le sagre. Per chi vive e lavora sulla Marecchiese nelle zone di Spadarolo e Vergiano viene richiesta maggiore sicurezza: sono stati fatti quarantotto ripristini della segnaletica e spartitraffico davanti ad un bar dal 2015 ad oggi, chiaro segno di un oggettivo problema di sicurezza di quella strada. Inoltre in queste zone le attività economiche stanno chiudendo perché c’è poca attrattività nonostante l’aumento dei residenti, vorrebbero essere messi più in luce e chiedono di diversificare le location degli eventi. Da tutti viene chiesta maggiore sensibilità per le nuove attività, sgravi fiscali e meno burocrazia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Giustina, San Vito, Spadarolo e Vergiano: "La solitudine delle periferie abbandonate al traffico"

RiminiToday è in caricamento