menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santarcangelo, aumentano le donazioni di sangue dell'Avis

Nel 2011 le donazioni presso il Punto di Raccolta di Santarcangelo, situato all'interno dell'Ospedale Franchini, sono aumentate di 52 unità di sangue e plasma, passando dalle 2542 del 2010 alle 2594 dell'anno appena passato

I donatori di sangue dell’Avis Santarcangelo continuano nella preziosa opera di fiducia incondizionata nella vita, a dispetto della gravissima crisi economica e della precarietà sul posto di lavoro: nel 2011 le donazioni presso il  nostro Punto di Raccolta, situato all’interno dell’Ospedale Franchini, sono aumentate di 52 unità di sangue e plasma, passando dalle 2542 del 2010 alle 2594 dell’anno appena passato.

L’incremento del 2%  è in linea con la richiesta del Piano Sangue e Plasma Regionale, ma questo non autorizza a giudicare la raccolta sufficiente perché il bisogno di sangue e plasma è sempre in crescita, sia per l’aumento costante dell’età media della popolazione, sia per l’incremento dell’attività ospedaliera nella nostra Provincia e sia anche per l’aumento della popolazione residente.

Presso il Punto di Raccolta dell’Avis di Santarcangelo, che accoglie i donatori dei Comuni di Santarcangelo, di Poggio Berni e di Torriana, in dettaglio nell’anno 2011 sono state raccolte 2255 sacche di sangue intero, 335 sacche di plasma e 4 sacche di piastrine.

Il numero di soci, nella categoria donatori effettivi, a fine 2011 è risultato di 1431, un aumento di 23 rispetto ai 1408 del 2010: a fronte di 149 aspiranti soci donatori abbiamo 126 soci che hanno cessato l’attività donazionale per raggiunti limiti di età o per motivi sanitari o per motivi personali.

“La disponibilità gratuita e generosa dei nostri Soci a donare sangue rappresenta sicuramente un messaggio positivo – afferma l’Avis di Santarcangelo -, è un’iniezione di ottimismo in questo periodo di grave crisi economica. I risultati positivi ottenuti sono un grande merito per le donatrici ed i donatori, per i volontari, per il personale medico, infermieristico ed amministrativo dell’Avis Santarcangelo. Alle donatrici ed ai donatori va il commosso ringraziamento degli ammalati, che hanno ricevuto, in modo anonimo, il sangue donato”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento