Santarcangelo, gli auguri del sindaco: "Una comunità ha bisogno anche di cultura"

Il sindaco ha inoltre ricordato come "una comunità non si nutre soltanto di servizi di base. Ha bisogno anche di altro"

Il sindaco Parma con l'arcangelo d'oro Andrea Guerra

Santarcangelo mette tra le priorità lo stato sociale. "L’attenzione alle persone è un impegno a tutto tondo, per questa amministrazione comunale come per le precedenti. I numeri non sono tutto, ma servono a dare il quadro - ha affermato il sindaco Alice Parma -. Anche quest’anno la spesa sociale complessivo sul territorio di Santarcangelo si è attestata sulle cifre del 2016, superiori ai 3 milioni di euro. L’impegno per la popolazione anziana ammonta a 1.400mila euro tra assistenza domiciliare, contributi per i ricoveri in struttura, sostegno al Centro sociale Franchini, assegni di cura, sostegno alle persone non autosufficienti e iniziative come Anziani al mare. Più o meno la stessa cifra garantisce il sostegno alle persone disabili, inserite in strutture o assistite a domicilio, aiutate per esigenze educative o di trasporto, attive in centri socio-occupazionali o beneficiarie di assegni di cura. L’impegno per i minori – inseriti in struttura o assistiti a domicilio – è pari a circa 250mila euro. Ammontano invece a oltre 80mila euro i contributi alle persone, come quelli per il pagamento delle utenze e la riduzione o esenzione della tassa rifiuti, per oltre 450 tra anziani soli e famiglie in difficoltà".

Il primo cittadino ricorda che "lo Sportello casa è stato affiancato da un fondo dedicato con 100mila euro a disposizione per le situazioni di emergenza. Due progetti di housing first per aiutare le persone senza fissa dimora a trovare una casa e un lavoro sono stati attivati nel corso dell’anno, il terzo è partito di recente, mentre con il fondo lavoro attivato in collaborazione con la Caritas di Rimini siamo riusciti a realizzare diversi inserimenti lavorativi. A giorni inoltre andremo a inaugurare – e questa è un’informazione in anteprima – i dieci nuovi alloggi ERP in via di Vittorio. Per quanto riguarda invece le famiglie, con l’intensive case management abbiamo assicurato percorsi di accompagnamento approfondito per i nuclei familiari che presentano difficoltà di natura ricorrente".

"Alla solitudine delle persone proviamo quindi a contrapporre la partecipazione, anche nell’ambito dei servizi sociali, per costruire insieme a chi si trova in difficoltà l’intervento più efficace e adatto alle sue esigenze - continua ul sindaco -. Probabilmente non è abbastanza, non è mai abbastanza quando si tratta di aiutare le persone che sono in difficoltà. Ma questo è tutto quello che possiamo, vogliamo e dobbiamo fare per rispondere a quelle incertezze, paure, difficoltà e solitudini che ho citato in apertura. Credo del resto di poter dire che la generosità dei santarcangiolesi non è mai stata in discussione. Lo dimostra la maratona di raccolta fondi in favore dei comuni terremotati di Ussita, Accumoli e Montegallo, conclusa con oltre 34mila euro recentemente donati alle tre comunità". 

Santarcangelo fa la propria parte anche in tema di accoglienza: "tra i vari progetti attivi su questo fronte, vorrei citare il Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati, coordinato a livello di Unione dei comuni, che promuove un’accoglienza qualificata con il coinvolgimento della società - osserva Parma -. Il nostro sistema di welfare locale va sostenuto, finanziato, garantito nel tempo, difeso dalle imprevedibilità finanziarie e dai tentativi di smantellamento. E va inserito in un quadro d’azione complessivo in cui prendersi cura della città significa anche prendersi cura del territorio e ripensarlo in base alle esigenze e alle sensibilità del giorno d’oggi. Per questo abbiamo approvato il POC1, accogliendo 50 proposte provenienti dai privati che da qui ai prossimi dieci anni rinnoveranno il tessuto urbano di Santarcangelo offrendo risposte a esigenze numerose e diversificate. Dalla realizzazione di questi progetti deriveranno infatti dotazioni pubbliche per un valore di oltre 7 milioni di euro tra piste ciclopedonali, parcheggi, acquisizione di aree. Un modello di partecipazione e di collaborazione tra pubblico e privato che riteniamo fondamentale per rinnovare un territorio senza snaturarlo, recuperando l’esistente a beneficio dei cittadini e dell’ambiente".

"Mentre si pongono le basi per il futuro, il presente delle nostre vie, piazze e parchi si garantisce con le manutenzioni e i lavori pubblici. Che solo nell’ultimo anno ci hanno visti impegnati per oltre 5 milioni di euro - chiosa Parma -. Nell’ambito della campagna Santarcangelopiù, nel 2017 sono stati effettuati 440mila euro di lavori sulle scuole, quasi un milione per l’asfaltatura delle strade, circa 500mila per piazze, parchi e percorsi ciclopedonali. Significativi gli interventi nelle frazioni, a cominciare dai tre ponticelli stradali a Montalbano, San Bartolo e San Martino dei Mulini, dov’è in fase di completamento la rotonda tra via Tomba e via Trasversale Marecchia. Tra gli interventi programmati, non si può non citare la nuova scuola materna di Canonica, che grazie allo stanziamento già effettuato di 700mila euro sarà realizzata l’anno prossimo per un importo complessivo di 1 milione e 700mila euro, dopo un’attesa lunga diversi anni. Dai lavori pubblici al turismo, l’area camper che sorgerà in via della Resistenza ci porta ad affrontare il tema delle attività economiche, al quale in questi anni ci siamo approcciati seguendo due direttrici: semplificazione e partecipazione".

Un tema che l'amministrazione tiene particolarmente a portare nelle scuole è l’ambiente, promuovendo quel principio di sostenibilità che ha consentito a Santarcangelo di ottenere il riconoscimento di Green Destination. "Sensibilizzare i più piccoli su questo argomento è indubbiamente più facile se si mettono in campo azioni concrete - evidenzia Parma -. Tra queste vorrei ricordare “Un bosco per la città”, con 600 alberi piantati all’inizio dell’anno nell’area verde tra la via Emilia e via Pasquale Tosi. Di bambini e bambine ce n’erano tanti anche all’inaugurazione della Casa del pulito, un altro strumento educativo ancora prima che materiale, per incentivare il risparmio di plastica oltre a quello economico". Per quanto concerne l'economia, nel 2018 ci sarà un momento di confronto ampio e aperto a tutte le parti sociali, che a Santarcangelo manca ormai da diversi anni. "Questo perché non si possono prendere decisioni economiche senza guardare al futuro, consapevoli che nella dimensione della nostra città il bilancio comunale può e deve fare la differenza - osserva il sindaco -. Abbiamo chiuso da poco l’assestamento 2017 e siamo già al lavoro sul previsionale 2018, con le stesse direttrici di questi anni: attenzione alle fasce più deboli della società, ascolto dei cittadini attraverso il bilancio partecipato e contrasto all’evasione e all’elusione per garantire l’equità fiscale".

Parma evidenzia "l’impegno con il quale lavoriamo per individuare risorse esterne, dalla partecipazione ai bandi regionali e ministeriali con risultati spesso positivi fino all’alienazione di beni non più utili alla comunità, mentre abbiamo “riscattato” dallo Stato l’Arco Ganganelli e il tratto urbano della via Emilia. Intercettare questi fondi è una necessità imprescindibile per garantire i servizi esistenti e farne partire di nuovi. Servizi rivolti a tutta la cittadinanza, con un’attenzione particolare a chi si trova in una situazione di difficoltà. Perché la sicurezza economica è anche sicurezza sociale. Ne siamo convinti almeno quanto lo siamo del fatto che il presidio del territorio debba essere sempre garantito, nella piena collaborazione con le forze dell’ordine. Per questo nei giorni scorsi a Rimini ho siglato personalmente, insieme al Prefetto e a tutti i sindaci della provincia, il Patto per la sicurezza avanzata con il Ministero dell’Interno. E per questo, nel corso del 2018, partirà un rilevante progetto sulla sicurezza del territorio della Vallata, già in fase avanzata di definizione, che prevederà il coinvolgimento di cittadini e portatori d’interesse nonché, tra l’altro, la realizzazione di un sistema di videosorveglianza perimetrale".

Il sindaco ha inoltre ricordato come "una comunità non si nutre soltanto di servizi di base. Ha bisogno anche di altro. Ha bisogno per esempio di cultura, una cultura per tutti che è il primo veicolo di uguaglianza sociale una volta garantite le necessità materiali, il primo strumento di partecipazione al di là della sola sfera politica e civile. La cultura a Santarcangelo ha molte forme, dalla contemporaneità del festival alla tradizione del dialetto. Con un aspetto in comune: il fatto che la maggior parte degli eventi sono gratuiti, e quindi liberamente accessibili a tutti. Non è un fatto scontato, anzi vista la quantità e la frequenza di iniziative che si organizzano sul nostro territorio potrebbe considerarsi straordinario".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento