Santarcangelo inaugura lo sportello antiviolenze sulle donne

Da venerdì 7 aprile tutti i servizi saranno operativi grazie alla collaborazione tra Unione di Comuni Valmarecchia e Associazione “Rompi il silenzio”

Anche Santarcangelo avrà uno Sportello per il contrasto alla violenza contro le donne. Grazie ad un progetto dell’Unione di Comuni Valmarecchia in collaborazione con l’Associazione “Rompi il Silenzio” di Rimini, il Ministero delle Pari Opportunità ha infatti finanziato il nuovo Sportello Antiviolenza di Santarcangelo che verrà inaugurato giovedì 23 marzo nei locali del Centro per le Famiglie messi a disposizione dall’Amministrazione comunale di Santarcangelo, per poi diventare operativo da venerdì 7 aprile. Lo Sportello sarà infatti attivo tutti i venerdì, anche su appuntamento, in piazzale Esperanto 5 e metterà a disposizione un’operatrice, un avvocato e uno psicologo a sostegno delle vittime di violenza. L’obiettivo è quello di avviare percorsi concordati che lascino libertà di scelta alle donne, fornendo però al tempo stesso indicazioni utili sui servizi e sulle opportunità a disposizione. Le volontarie del Centro sono infatti appositamente formate non per condurre né imporre alla donna alcuna decisione o comportamento che essa non senta come proprio. Il fine della relazione tra operatrice e donna che subisce o ha subìto violenza deve sempre svolgersi su un piano di scambio reciproco e paritario, in modo da agevolare la presa di consapevolezza da parte della vittima di violenza, nonché l’assunzione di responsabilità della propria esistenza.

“Attraverso lo Sportello Antiviolenza di Santarcangelo, che si unisce a quelli già presenti a Rimini e da pochi giorni anche a Novafeltria – dichiara il sindaco Alice Parma – le donne vittime di violenza potranno contare su un punto di ascolto e di accoglienza a garanzia della libertà di scelta personale, ma al tempo stesso di accesso alle opportunità attive sul territorio provinciale. Con questo servizio aggiungiamo un importante tassello a una serie di iniziative che l’Amministrazione comunale promuove da tempo con l’obiettivo di sensibilizzare ed educare sui temi del rispetto e della non-violenza. Mentre è in corso la rassegna al femminile “Votes for Women”, partiranno presto nelle scuole medie di Santarcangelo alcuni appuntamenti dedicati all’educazione alle pari opportunità e alla sensibilizzazione di ragazzi e ragazze nei confronti della violenza di genere, grazie ad un progetto presentato insieme alla Provincia di Rimini e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna”.

Nell’ultimo Consiglio comunale, la presidente dell’associazione “Rompi il Silenzio” Paola Gualano ha illustrato l’attività svolta negli ultimi anni per contrastare la violenza domestica, i maltrattamenti e gli abusi che hanno come vittime le donne e i loro bambini. Gli autori di queste violenze, ha spiegato, non sono persone sconosciute: sono un marito, un ex, un compagno o un fratello. In undici anni d’attività sono state 1.500 le donne aiutate, di cui 213 solo nel 2016. Per contattare l’Associazione “Rompi il Silenzio” è possibile chiamare il 346/5016665 (da lunedì a venerdì dalle ore 15 alle ore 19), oppure scrivere a rompiilsilenzio@virgilio.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento