Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Santarcangelo di Romagna

Macabro ritrovamento in un container della stazione ferroviaria

Il cadavere mummificato di una donna scoperto nello scalo, si cerca tra le denunce delle persone scomparse

È' stato scoperto da alcuni addetti verso le 8 di martedì mattina il cadavere di una donna, in avanzato stato di decomposizione, deceduta da almeno 4 mesi. I poveri resti si trovavano in un casotto di cemento nei pressi della stazione ferroviaria di Santarcangelo e, gli operai, erano arrivati sul posto per smontarlo. Il forte puzzo ha messo in allarme gli addetti che, poco dopo, hanno rinvenuto il cadavere oramai mummificato e dato l'allarme. Sul posto è intervenuto il personale della Polfer e della polizia di Stato oltre al medico legale per una prima ricognizione.

Dai primi accertamenti i resti appartengono a una donna tra i 25 e i 40 anni deceduta durante l'estate. Quel casotto, infatti, era utilizzato come rifugio per alcuni sbandati. Dai primi riscontri non ci sarebbero segni evidenti di violenza ma sarà necessaria l'autopsia, disposta dal magistrato di turno, per accertare le cause del decesso. Nel frattempo, il personale della squadra Mobile della polizia di Stato sta vagliando le denunce delle persone scomparse per cercare di dare un nome ai resti.

>>QUI GLI AGGIORNAMENTI<<<

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macabro ritrovamento in un container della stazione ferroviaria

RiminiToday è in caricamento