rotate-mobile
Cronaca Santarcangelo di Romagna / Strada Provinciale 13

Si disegna la nuova strada provinciale, occorre maggiore sicurezza e allargare le carreggiate

Incontro pubblico per spiegare il progetto di cui sono promotori le province di Forlì-Cesena e di Rimini, e i comuni di San Mauro Pascoli, di Santarcangelo di Romagna e di Bellaria Igea Marina

Incontro pubblico organizzato dall’amministrazione comunale di Santarcangelo in agenda per mercoledì (2 marzo), alle 20,45, al Palazzo del Turismo (sala al piano terra): sul tavolo, il nuovo progetto di messa in sicurezza che interessa la Strada Provinciale 13, di cui sono promotori le province di Forlì-Cesena e di Rimini, e i comuni di San Mauro Pascoli, di Santarcangelo di Romagna e di Bellaria Igea Marina. L’appuntamento vedrà intervenire la Provincia di Rimini, il Comune di Bellaria Igea Marina ed i relativi tecnici progettisti.

Negli scorsi giorni, l’assessore ai Lavori pubblici Cristiano Mauri ha avuto modo di sottolineare l’impegno preso dalla Provincia di Rimini nell’ottica di una progettazione “che affronti e risolva le criticità, ormai storiche, di questa strada. Impegno da cui è nato uno studio di fattibilità tecnico economica su cui ci siamo incontrati con i tecnici provinciali, avanzando le prime osservazioni sulla parte dell’intervento che riguarderà il territorio bellariese. Ora, proprio perché siamo in una fase che si presta ad eventuali aggiustamenti rispetto a un primo quadro progettuale, abbiamo voluto condividere lo stato dell’arte con la cittadinanza e confrontarci in vista di quello che sarà il progetto definitivo".

Annunciando l’incontro pubblico, Mauri ha poi evidenziato come la progettualità ora al vaglio interessi “realtà molto eterogenee, avendo la Sp13 punti più stretti e maggiormente bisognosi di intervento che si alternano a tratti più ampi e rotatorie, senza dimenticare gli immobili che si trovano a ridosso del tracciato. Una disomogeneità del corso stradale a cui si aggiunge il tema dell’alta velocità di percorrenza e la necessità di intervenire promuovendo la mobilità dolce, salvaguardando l’equilibrio ambientale, paesaggistico ed idraulico dell’intera tratta. L’obiettivo a cui mirano gli enti coinvolti, è aumentare la sicurezza della strada in tutta la sua percorrenza; l’idea attualmente al vaglio è un’omogeneizzazione della carreggiata che consegni almeno tre metri e mezzo di larghezza a ogni corsia, più due banchine da un metro l’una. Un intervento che avverrà per stralci, con la prospettiva, positiva per la nostra comunità, di procedere a partire dai tratti di Sp13 che insistono sul territorio comunale di Bellaria Igea Marina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si disegna la nuova strada provinciale, occorre maggiore sicurezza e allargare le carreggiate

RiminiToday è in caricamento