menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santificazione del beato Amato, destinazione Roma: partono i pellegrini a piedi

Lunedì mattina i pellegrini, tra cui il sindaco Dilvo Polidori, riceveranno il primo sigillo alle 8.00 nella Casa di Riposo di Saludecio, la casa natale che Amato Ronconi trasformò in Hospitale per i poveri e per i pellegrini

Si sveglieranno all'alba i ventuno pellegrini che lunedì intraprenderanno il lungo cammino che li porterà dopo dodici giorni a Roma. Proprio come fratel Amato Ronconi, che nel XIII secolo si recò più volte a pregare sulla tomba dell’apostolo Giacomo a Santiago de Compostela, i fedeli attraverseranno a piedi l'Italia percorrendo oltre 300 km. Domenica 23 novembre rappresenteranno la comunità di Saludecio in occasione della canonizzazione del Beato Amato, primo santo francescano della Diocesi riminese, che sarà celebrata da Papa Francesco in piazza San Pietro.

Lunedì mattina i pellegrini, tra cui il sindaco Dilvo Polidori, riceveranno il primo sigillo alle 8.00 nella Casa di Riposo di Saludecio, la casa natale che Amato Ronconi trasformò in Hospitale per i poveri e per i pellegrini. Alle 8.30 si raccoglieranno nella Chiesa parrocchiale davanti all' Urna del Beato per un momento di preghiera e di benedizione; verrà apposto qui il secondo sigillo sulla "credenziale" che accompagnerà ogni pellegrino per tutte le tappe del viaggio al fine di ricevere a Roma il testimonium.

Un festoso corteo di alunni delle scuole elementari e medie, insieme a tutti i cittadini, accompagnerà quindi i pellegrini e li saluterà a Porta montanara, da dove i fedeli si incammineranno alla volta di Urbino, prima tappa del lungo percorso verso la Capitale. Nella città di Federico da Montefeltro verrà celebrata alle 18.00 una Santa messa in Cattedrale, per poi ripartire il giorno seguente per Cagli. Tappe successive saranno Gubbio, Valfabbrica, Deruta, Todi, Amelia, Gallese, Castel Sant'Elia, Campagnano Romano, La Storta e quindi Roma.

Un gruppo di ciclisti partirà inoltre da Saludecio venerdì 21 novembre per ricongiungersi il giorno dopo ai pellegrini a piedi. Per i fedeli che resteranno a Saludecio e per quelli che si recheranno a Roma nei giorni della canonizzazione, l'appuntamento è invece fissato a sabato 15 novembre nella chiesa parrocchiale, dove si terrà un incontro di preparazione spirituale all'evento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento