menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sarà il Comune a realizzare la vasca di laminazione nel tratto dismesso del Torrente Ausa

Procede l’iter amministrativo per l'intervento idraulico e di riqualificazione ambientale nella zona del Villaggio I Maggio

Procede l’iter amministrativo per la “realizzazione dell’invaso di laminazione nel tratto dismesso del Torrente Ausa”, intervento idraulico e di riqualificazione ambientale nella zona del Villaggio I Maggio. Con una determina dirigenziale, l’Amministrazione comunale ha deciso di procedere all’appalto tramite procedura negoziata per l’intervento di cui l’ente si farà carico in sostituzione del privato. L’opera era infatti prevista come opera di urbanizzazione primaria relativa al Piano Particolareggiato “Porta Sud” ma non è mai stata portata a termine dai soggetti attuatori. L’Amministrazione ha quindi deciso di assumersi l’onere di realizzazione dell’opera in sostituzione dei soggetti attuatori stessi, finanziandola attraverso l’escussione delle fideiussioni a suo tempo prestate per un importo complessivo di poco superiore a 325 mila euro.  

Questo intervento rappresenta uno dei vari casi in cui l’Amministrazione si sostituisce al privato per la realizzazione di opere di urbanizzazione che i privati non portano a termine. Attualmente ad esempio, sempre attraverso l’escussione delle fideiussioni, si sta completando la nuova casa del Volley, altra opera di urbanizzazione prevista dal piano particolareggiato “Porta Sud”; inoltre il Comune si è fatto carico del completamento del sottopasso di via Portofino e del collegamento con la viabilità esistente, oltre che di altre piccole opere (parcheggi, aree giochi, illuminazioni), legati a piani particolareggiati di privati e mai completati, creando talvolta qualche disagio ai residenti delle zone interessate.

Questo ultimo progetto a carico del Comune riguarda il Torrente Ausa, nel tratto compreso tra l’Autostrada A14 e l’incrocio tra la Statale 16 e la SS72 Rimini – San Marino. Questo tratto di torrente è stato dismesso con la realizzazione del deviatore che intercetta il percorso del torrente e lo convoglia nel fiume Marecchia. Il tratto a valle del deviatore ha quindi perso gran parte della sua funzione idraulica e viene attualmente utilizzato come recapito di collettori fognari minori e scoline agricole. Il progetto dell’Amministrazione ha lo scopo di aumentare la capacità idraulica dell’alveo nell’ottica di un suo riutilizzo come invaso naturale a cielo aperto per la laminazione delle portate di pioggia, oltre che di riqualificare l’alveo attraverso la pulizia e la costante manutenzione e dal punto di vista ambientale, lasciandolo il più possibile intatto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Zuppa inglese: origini, 2 ricette e varianti golose

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento