Il prezioso violino rubato recuperato dalle forze dell'ordine

Lo strumento da 20mila euro proposto a liutaio modenese dai malviventi, nei guai un milanese e un napoletano di 45 anni

Da Milano avevano scelto Modena per tentare di vendere un prezioso violino del valore di circa 20 mila euro risultato rubato. Ad aspettarli nella bottega del liutaio modenese a cui avevano chiesto di stimare lo strumento e di metterlo in conto vendita, hanno però trovato la Polizia municipale di Modena. Il blitz è avvenuto sabato 28 gennaio. Nei giorni immediatamente precedenti due persone avevano contattato per email il liutaio modenese che oltre a realizzare e riparare strumenti, esegue anche perizie e si pubblicizza in internet. L’oggetto che volevano far stimare e mettere in conto vendita era un violino Sbrighi Pio realizzato appunto dal noto artigiano di Rimini che ne produce pochissimi esemplari all’anno, tutti firmati e numerati.

Il liutaio modenese ha però telefonato al collega romagnolo e da questi ha appreso del furto di uno dei suoi strumenti, sottratto lo scorso luglio su un treno in viaggio verso la Svizzera al musicista che lo aveva in prova. Insospettito, l’artigiano di Modena ha quindi preso nota del codice identificativo del violino e avvertito immediatamente la Municipale. Così il giorno fissato per l’appuntamento con i venditori milanesi, alle 10 di sabato, nel laboratorio del liutaio modenese c’era anche un’ispettrice in borghese del Nucleo Problematiche del Territorio che si fingeva una cliente della bottega.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Puntuali i venditori si sono presentati con una custodia contenente il violino Sbrighi Pio che controllato dall'esperto liutaio è risultato proprio essere, dagli identificativi impressi all'interno, quello rubato pochi mesi prima. È quindi intervenuta la Municipale che ha identificato e denunciato per ricettazione i due, un milanese e un napoletano di 45 anni, incensurati, entrambi residenti a Milano; lo strumento recuperato sarà invece presto restituito al liutaio proprietario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento