Scappa all'estero col figlio appena nato, condannata giovane mamma lituana

Il matrimonio con un italiano era entrato in profonda crisi e, la donna, aveva deciso di ritornare nel proprio Paese col bambino senza dire nulla al marito

E' stata condannata a un anno e 8 mesi di reclusione, per l'accusa di sottrazione di minore, una mamma lituana di 34 anni fuggita nel suo Paese con il figlio avuto da un italiano. I fatti risalgono al 2008 quando la donna, all'epoca sposata con un 31enne di origini pugliesi ma residente a Rimini, aveva deciso di lasciare l'uomo in seguito a una profonda crisi coniugale nonostante, dal rapporto, nel 2007 era nato un bambino. Per mettere a punto la fuga, la lituana aveva fatto arrivare a Rimini i genitori e, con il loro aiuto, aveva fatto caricare il bambino di nemmeno 1 anno sull'aereo per fari ritorno nel loro Paese. Quando il padre del piccolo, che viveva già in un'altra abitazione, si era accorto della sparizione del figlio si era rivolto immediatamente alla polizia per denunciare quello che ai suoi occhi era un rapimento in piena regola. In seguito alla denuncia, della situazione si era interessato anche il Ministero degli Esteri e l'Interpol perchè la donna era riuscita a far perdere le proprie tracce. Dopo due anni di indagini, era stato possibile riuscire a trovare il piccolo e, in seguito, il padre aveva potuto vederlo solo ed esclusivamente in Lituania dove, la donna, si era oramai rifatta una vita. Parallelamente, è andato avanti il processo penale nei confronti della 34enne che, lunedì mattina, è stata riconosciuta colpevole dal giudice monocratico del Tribunale di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento