Scassinano un distributore di sigarette: 4 ragazzi nei guai, uno finisce in manette

Immediatamente bloccati in sicurezza, i ragazzi, che hanno subito mostrato segnali di nervosismo, sono stati sottoposti a perquisizione

FOTO REPERTORIO

Mancavano pochi minuti alle 2 quando, nella notte tra sabato e domenica, alla Sala operativa della Questura di Rimini è giunta una segnalazione con la quale un cittadino segnalava che alcuni ragazzi stavano prendendo a calci e pugni un distributore di sigarette di una rivendita di tabacchi di via Destra del Porto. I poliziotti si sono catapultati sul posto e, dopo aver ascoltato il testimone con tanto di descrizione dei ragazzi, hanno avviato subito le ricerche sul territorio con l’impiego di diverse auto.

Dopo pochi minuti dal fatto i poliziotti, conoscendo il territorio e le possibili vie di fuga, hanno notato in una strada lì vicina quattro ragazzi - uno dei quali con uno zaino - la cui descrizione era perfettamente compatibile con quella ricevuta poco prima.

Immediatamente bloccati in sicurezza, i ragazzi – che hanno subito mostrato segnali di nervosismo - sono stati sottoposti a perquisizione che ha confermato immediatamente i sospetti degli operatori: all’interno dello zaino indossato da uno dei quattro giovani gli uomini in divisa hanno trovato pacchetti di sigarette in numero perfettamente corrispondente a quello (diverse decine) risultato asportato dal distributore. I poliziotti inoltre, dopo aver ascoltato quanto dichiarato dai quattro ragazzi, hanno accertato che il distributori di sigarette presentava una introflessione sul lato sinistro e numerose tracce su entrambi i lati dell’avvenuta forzatura:  gli agenti, con l’ausilio del personale della Polizia Scientifica, in particolare hanno rinvenuto ben visibili due distinte impronte di scarpe corrispondenti e del tutto riconducibili alle scarpe indossate da uno dei ragazzi, che è poi stato arrestato successivamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I quattro sono stati quindi condotti presso gli uffici della Questura dove i poliziotti hanno proceduto, per il reato di furto aggravato, ad arrestare il ragazzo con lo zaino (un 19enne di origini ucraine residente a Cesenatico, già noto alle forze dell’ordine) e a denunciare i suoi tre amici (tutti di origini albanesi di età compresa tra i i 18 e i 20 anni). L’arrestato sarà giudicato nella mattinata di lunedì con rito direttissimo dal Tribunale di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento