Scazzottata tra nordafricani nei pressi della stazione, intervengono i carabinieri

All'origine dei pugni tra i 3 stranieri ci sarebbe stata una discussione per futili motivi. Mentre uno è fuggito insanguinato, un altro è stato medicato in pronto soccorso

Furibonda scazzottata, martedì verso le 13, nei pressi della stazione ferroviaria di Rimini dove sono stati segnalati tre stranieri che si picchiavano a sangue. Sul posto è arrivata una pattuglia dei militari dell'Arma ma, al loro arrivo, hanno trovato solamente un tunisino 27enne ferito al volto. Secondo quanto raccontato dal nordafricano, il giovane sarebbe stato aggredito da due connazionali al culmine di una discussione nata da futili motivi. I due aggressori, uno dei quali ferito e sanguinante, sono poi scappati facendo perdere le loro tracce. Il 27enne è stato accompagnato in pronto soccorso per essere medicato e poi dimesso con una prognosi di pochi giorni. Sono in corso le indagini dell'Arma per fare luce sull'episodio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento