menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoperto deposito di materiale da pesca rubato. Manette per un polacco

Nell'ex edificio dell'Enel in via destra del Porto, la refurtiva è stata recuperata dalla polizia. Si tratta di una grande quantità di materiale ed abbigliamento da pesca risultato essere stato fatto sparire delle imbarcazioni ormeggiate lungo il porto canale

La segnalazione di un furto in atto, all'interno di una barca ormeggiata in via destra del Porto, ha permesso alla polizia di scoprire un magazzino pieno di refurtiva composta da materiale ed abbigliamento da pesca fatto sparire dalle imbarcazioni. L'allarme è scattato verso le 2.20 di mercoledì quando, un cittadino, ha notato un giovane con uno zaino nero in spalla che uscito da un edificio dell’area ex Enel, a ridosso della Stazione dei carabinieri, si è diretto verso la parte opposta del canale ed era salito su una barca ormeggiata nei pressi del ponte della Resistenza. Le Volanti sono arrivate sul posto a sirene spiegate e gli agenti hanno notato che la passerella di una barca era abbassata e che la porta di ingresso era stata aperta con un grosso cacciavite.

Saliti a bordo del natante, il personale della polizia ha scoperto un ladro che, nel tentativo di fuggire, si era nascosto dietro la poppa. Dopo averlo bloccato, è stato perquisito e trovato in possesso del cacciavite utilizzato per forzare la porta della barca e di una torcia elettrica. Portato in Questura, è stato identificato come un cittadino polacco 32enne, già noto alle forze dell'ordine, che ha raccontato agli agenti di vivere in un giaciglio di fortuna all'interno dell'area ex Enel. Il personale della polizia ha quindi deciso di effettuare un controllo all'interno dello stabile dove sono stati trovati numerosi giacigli abbandonati e un cittadino italiano italiano 44enne, con precedenti per furto e ricettazione.

In un angolo del capannone, inoltre, è stato ritrovato materiale ed abbigliamento da pesca in grande quantità, risultato provento di furto ai danni delle imbarcazioni ormeggiate lungo il porto canale. Il polecco è stato arrestato per furto aggravato e denunciato a piede libero per ricettazione mentre, l'italiano, è stato solamente denunciato per ricettazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento