Scovati 7 dipendenti in nero nei bar di Viserba, 24mila euro di verbali

Raffica di multe anche per l'occupazione non autorizzata di marciapiedi e di aree demaniali e violazioni igienico-sanitarie

La Polizia Municipale di Rimini – Distaccamento di Viserba, unitamente all'Ispettorato del Lavoro di Rimini, nel corso del primo weekend del mese di giugno, ha compiuto una serie di controlli nei pubblici esercizi del litorale nord di Rimini al fine di contrastare la piaga del lavoro nero, assicurare la rispondenza alle leggi e garantire il rispetto delle norme sulla gestione delle attività di somministrazione di alimenti e bevande. Nel corso dei controlli sono stati ispezionati bar e ristoranti a Viserba, Viserbella e Torre Pedrera nel corso dei quali gli operanti hanno riscontrate diverse violazioni a norme di legge statale e regionale. Per ciò che attiene l'attività dei funzionari dell'Ispettorato del Lavoro, sono stati individuati 7 lavoratori in nero che hanno condotto all‘irrogazione di circa 24.000 euro in sanzioni amministrative, oltre ai recuperi contributivi.

Sul fronte dell'azione svolta dalla Polizia Municipale sono state riscontrate irregolarità edilizie, alcune delle quali aventi rilevanza penale; l'occupazione non autorizzata di marciapiedi e di aree demaniali marittime, nonché altre irregolarità alle norme regionali sulla conduzione dei pubblici esercizi (es. l'aumento di superficie di somministrazione), in materia igienico-sanitaria, di inquinamento acustico. In questo caso le sanzioni amministrative ammontano a complessivi euro 7.000,00. Le violazioni da cui sono scaturite sono ora poste al vaglio delle competenti Autorità per la valutazione di eventuali misure interdittive o sospensive.

"Gli interventi finalizzati a garantire il rispetto delle normative sulla conduzione dei pubblici esercizi, comprese quelle afferenti la tutela del consumatore e la sfera igienico sanitaria – precisa l’amministrazione comunale - proseguiranno con grande impegno da parte di questa amministrazione. La specifica attività posta in campo ha altresì lo scopo di tutelare gli esercenti che ogni giorno si impegnano a rispettare la legge nonché a salvaguardare il principio di leale concorrenza sul mercato, condizione che concorre a garantire un'offerta di beni e sevizi al pubblico di alto livello qualitativo. L'amministrazione auspica inoltre la prosecuzione della già proficua collaborazione della Polizia Locale con le altre amministrazioni dello Stato al fine di realizzare quel "sistema di sicurezza integrato" in cui i vari attori coinvolti possano, ognuno per la parte di competenza, concorrere al raggiungimento di livelli di fruibilità e vivibilità del bene comune adeguati alla realtà riminese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento