menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, al Gobetti laboratori in presenza e lezioni per i ragazzi disabili

Intanto prosegue l'attività di screening dei ragazzi e delle ragazze che frequentano il 'Gobetti' di Morciano grazie alla convenzione sottoscritta da Comune e Casa di Cura 'Montanari'

Il Dpcm del 3 novembre scorso introduce la didattica a distanza (o Dad) al 100 per cento in tutti gli istituti superiori rientranti nelle cosiddette 'zone gialle'. L'istituto superiore 'Gobetti' di Morciano è già pronto a recepire, sia da un punto di vista tecnologico che organizzativo, le nuove disposizioni, che diventeranno pienamente operative a partire da lunedì 9 novembre. "Infatti - commenta la dirigente scolastica Simona Flammini - secondo il Dpcm, vi è la possibilità di svolgere comunque attività, in presenza, qualora sia richiesto l’uso di laboratori o per garantire l'inclusione scolastica degli alunni con disabilità o con bisogni educativi speciali”. Pertanto, a partire dalla prossima settimana, al fianco della didattica a distanza, per molte classi dell'istituto superiore ‘Gobetti’ saranno garantite, in presenza, sia le attività di laboratorio dei tre indirizzi di studio (licei, tecnici e professionali) sia le attività didattiche per gli studenti con disabilità o con bisogni educativi speciali (Dsa). Ciò sarà possibile grazie anche alla connettività a banda larga messa a disposizione da Lepida. La rete informatica del 'Gobetti', infatti, a seguito anche dei recenti potenziamenti, è in grado di 'portare' le ore di lezione nelle case di tutti i suoi studenti senza che si verifichino problemi legati alla latenza della connessione o cadute di linea. Per quanto attiene la didattica in presenza, si rammenta l'obbligo della mascherina per tutto il personale scolastico e per gli studenti. Nella giornata di sabato sarà reso noto il nuovo orario scolastico rimodulato sulla base delle recenti disposizioni previste dal Dpcm.

"Un aspetto estremamente importante, sul quale voglio porre l'attenzione, è quello dell'inclusione, in particolare nei confronti degli alunni con disabilità e bisogni educativi speciali, attraverso l'attivazione di tutte le forme di raccordo e collaborazione con gli enti locali responsabili del loro successo formativo in materia di assistenza specialistica - afferma la dirigente scolastica Simona Flammini - Inoltre già dal mese di ottobre l'istituto scolastico Gobetti ha garantito il diritto all'istruzione degli alunni posti in quarantena o in isolamento didattico attraverso l'attivazione della didattica integrata per cui lo studente o la studentessa si possono collegare da casa tramite la piattaforma Meet con i docenti e i compagni della classe che sono in presenza”

Intanto prosegue l'attività di screening dei ragazzi e delle ragazze che frequentano il 'Gobetti' di Morciano grazie alla convenzione sottoscritta da Comune e Casa di Cura 'Montanari'. Nel mese di ottobre sono stati sottoposti a test sierologico volontario 200 studenti (su 900) dell'istituto superiore (contro i 100 inizialmente previsti). Nessuno di loro è risultato essere positivo. Altri 200 test, sempre su base volontaria, verranno effettuati nel mese di novembre. La dirigente scolastica ringrazia il sindaco del Comune di Morciano, di Romagna e la Casa di Cura Montanari per avere reso disponibili, attraverso una apposita convenzione, i test in maniera completamente gratuita.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento