Cronaca

Scuola, consegnati 30 tablet per la didattica distanza: il sostegno alle famiglie

Le famiglie che hanno necessità di dispositivi tecnologici, non dispongono di connessione o riscontrano insufficienze di connettività possono presentare richiesta alle Direzioni didattiche

L'Amministrazione comunale ha consegnato alle scuole di Santarcangelo i primi 30 dispositivi (tablet con tastiera) per la didattica a distanza, su un totale di 50 acquistati per far fronte anche a eventuali ulteriori richieste. Per quanto riguarda la connettività, inoltre, ad oggi sono stati messi a disposizione delle famiglie 37 modem con contratti di un mese ciascuno, sempre in collaborazione con le istituzioni scolastiche. Le famiglie che hanno necessità di dispositivi tecnologici, non dispongono di connessione o riscontrano insufficienze di connettività possono presentare richiesta direttamente alle Direzioni didattiche, le quali provvedono poi a inoltrarle al Comune in base alle effettive esigenze delle famiglie. Come già lo scorso anno, nel frattempo, l'Amministrazione comunale ha messo in atto misure di sostegno sulla didattica a distanza destinate in particolare alle famiglie più fragili.

Tra gli obiettivi delle misure adottate, mettere tutti gli studenti in condizione di accedere alle proposte formative online, sostenere le istituzioni scolastiche nella realizzazione di una didattica realmente inclusiva per ogni alunno, promuovere la socializzazione mediata dalla tecnologia, incrementare le possibilità e le modalità di fruizione degli strumenti e dei contenuti digitali di apprendimento. Per i bambini con disabilità iscritti alla scuola dell’infanzia, inoltre, entrambi i Circoli didattici hanno attivato laboratori di inclusione in presenza, che il Comune supporta garantendo la presenza degli educatori di sostegno.

Per quanto riguarda infine i nidi d’infanzia, nonostante il servizio in presenza sia sospeso, le educatrici e il personale ausiliario stanno attuando diverse forme di sostegno a distanza alle famiglie, con una newsletter periodica, colloqui individuali su appuntamento e consulenze educative online. In questa fase prosegue e si intensifica anche la formazione permanente del personale in forza al nido, con incontri delle equipe educative, momenti di qualificazione professionale e un progetto di autovalutazione previsto dalla normativa regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, consegnati 30 tablet per la didattica distanza: il sostegno alle famiglie

RiminiToday è in caricamento