Scuole riminesi "addobbate" nella notte con cartelli xenofobi e razzisti

Ad affiggere i manifesti davanti agli ingressi degli istituti è stata Lotta Studentesca, movimento giovanile di Forza Nuova, che ha poi diffuso un comunicato stampa per spiegare il gesto

“Il giusto numero di stranieri per classe?? ZERO!!” Questo il testo dei manifesti che Lotta Studentesca, movimento giovanile di Forza Nuova, ha affisso davanti agli ingressi di tutte le scuole del territorio riminese nella mattinata di lunedì 15 settembre, in occasione del primo giorno tra i banchi scolastici; su di essi si distingue chiaramente una pecora nera scalciata fuori da un campo tricolore da alcune pecore bianche. “Lotta Studentesca - si legge in un comunicato stampa diffuso in mattinata - dice no alle classi miste che non risultano solo un problema per il sovraffollamento delle scuole ma bensì rappresentano un vero e proprio ostacolo che spesso e volentieri porta al rallentamento dei corsi scolastici. A tutto questo poi si aggiungono la prepotenza e il disprezzo nel tentativo di rimuovere tutti i crocefissi dalle aule scolastiche, di pretendere menù personalizzati nelle mense o di inserire lezioni di religione islamica nei programmi; nel peggiore dei casi si raggiungono persino episodi di violenza e bullismo da parte di baby gang straniere che regnano incontrastate in un pesante clima fatto di furti, estorsioni e botte da orbi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento