Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

"Se non torni con me ti ammazzo", stalker riminese finisce in manette

L'uomo, fuggito da una struttura di accoglienza, si è presentato sotto casa della ex per minacciarla di morte

Dopo anni di violenze, una 38enne nata in Germania, il 6 aprile scorso si era decisa a lasciare e a denunciare il suo ex compagno. Lui, un riminese di 54 anni con problemi di alcolismo e tossicodipendenza, aveva intrapreso un percorso di recupero, ma ieri ha abbandonato la struttura dove era ricoverato e le minacce sono ricominciate. E' successo a Bologna, nella serata di sabato, quando l'uomo, verso le 20.15, dopo una giornata di telefonate e messaggi, è arrivato sotto casa della madre della donna, in Piazzale Bacchelli, è ha iniziato a urlare e a minacciarla di morte perché, a suo dire, gli doveva 20mila euro. E' stata chiamata la Polizia che lo ha arrestato. 

La 38enne ha raccontato agli inquirenti delle violenze del compagno sin dall'inizio della loro relazione, nel 2011, dalla quale è nato un bambino che oggi ha 4 anni. Il 6 aprile scorso, le aveva telefonato minacciandola davanti al figlio: "Se non ti torni a casa ti ammazzo!" Una volta rincasata, l'aveva picchiata e lei si era rifugiata a casa di una vicina e aveva chiamato il 113, ma nonostante tutto non si era convinta ad abbandonare definitivamente la loro abitazione in via di Corticella, dove ogni tanto tornava. Il compagno, dopo la denuncia, si era deciso a intraprendere un percorso di recupero presso una struttura cittadina, ma ieri è scappato, così sono scattate le manette. Deve rispondere dei reati di atti persecutori e di minacce gravi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se non torni con me ti ammazzo", stalker riminese finisce in manette

RiminiToday è in caricamento