Cronaca

Senzatetto laureata muore in una baracca a Firenze. Aveva vissuto per anni a Rimini

La storia di Viorica Zaiat, 45 anni, ha aperto in queste ore un ampio dibattito nell’opinione pubblica

Una laurea, conosceva sei lingue. Eppure è morta nella solitudine, senza un tetto, a Firenze. La storia di Viorica Zaiat, 45 anni, moldava, è uno spaccato della nostra società che fa riflettere. E che ha aperto in queste ore un ampio dibattito nell’opinione pubblica. Aveva avuto un forte legame con Rimini: era venuta a vivere in Italia, prima Milano, poi Rimini trovando anche un marito con cui ha vissuto per 10 anni.

Viorica è morta dopo aver vissuto in una baracca di legno nel giardino dell’ospedale di Careggi a Firenze. Morta alcolizzata, cirrosi epatica, riportano i media locali. Aveva cominciato a bere da adolescente e non era pù riuscita a liberarsene. Tra i suoi affetti sono state ritrovate le foto della mamma, della sua adolescenza, del suo matrimonio durato 10 anni. Dopo la separazione dall'uomo era approdata da Rimini a Firenze, per curarsi in un centro per combattere la dipendenza dall'alcol. Poi il tentativo di rifarsi una vita con il lavoro, ma senza riuscirci.

Numerosi sono stati i messaggi sui social, una morte dettata dallo stento e dalla solidutine. E ora c'è chi chiede al sindaco Dario Nardella e all’ospedale di Careggi di intitolare un giardino in memoria di Viorica Zaiat.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senzatetto laureata muore in una baracca a Firenze. Aveva vissuto per anni a Rimini
RiminiToday è in caricamento