Cronaca

Sequestrata e stuprata in autostrada, la vittima: "Ho avuto paura di morire"

La donna, residente a Rimini, era partita per ritornare nella sua città di origine ma era stata pedinata dall'ex che ha approfittato di una sosta in autogrill per rapirla

Resta in carcere, a Poggioreale, l'uomo che tre notti fa ha sequestrato in un autogrill, picchiato e stuprato l'ex compagna. Il Gip di Santa Maria Capua Vetere ha rigettato la richiesta di scarcerazione presenta dalla difesa. Nel corso dell'interrogatorio di garanzia il 40enne ha fornito la sua versione dei fatti ma questo non è bastato a restituirgli la libertà. Le prove raccolte a suo carico sono gravi e la stessa vittima ha spiegato agli inquirenti di aver avuto paura di morire a causa della furia dell'ex.

Il gravissimo fatto di violenza è avvenuto nella notte tra lunedì e martedì quando la donna, anch'essa quarantenne campana, stava tornado a bordo di un bus a Napoli. A Terni il mezzo ha fatto sosta e qui l'uomo, partito da Rimini dove vive e dove risiede anche la vittima, è riuscito a bloccarla e l'ha costretta a salire in auto. Una volta partiti è iniziato l'incubo per l'ex compagna: le ha tolto il telefono cellulare ed ha iniziato a picchiarla. Una corsa folle verso il sud che si è fermata poco dopo il casello autostradale di San Vittore, in territorio di Marzano Appio nel casertano. Qui in una piazzola di sosta l'arrestato ha costretto la donna ad avere un rapporto sessuale. Ad interrompere la violenza il fortuito intervento di una pattuglia della sottosezione A1 della Polizia Stradale di Cassino (Frosinone).

Alla vista degli agenti la poveretta è scesa dalla macchina con gli abiti strappati, piangendo e gridando di essere stata violentata. Immediatamente è stata soccorsa e trasferita al 'Santa Scolastica' mentre il conducente della macchina è stato portato prima in caserma e poi in carcere. Deve rispondere di 'violenza sessuale, lesioni e sequestro di persona'     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata e stuprata in autostrada, la vittima: "Ho avuto paura di morire"

RiminiToday è in caricamento