Sequestrati fuochi d'artificio illegali, nei guai un negoziante cinese di Marina Centro

Scoperti dalla polizia di Stato nella giornata di venerdì, il titolare del negozio dovrà rispondere di commercio abusivi di materie esplodenti e immissione sul mercato di prodotti pericolosi

Controlli della polizia di Stato, insieme ai colleghi della Municipale, in vista delle festività con un occhio particolare alla vendita dei classici botti di fine anno. Nella giornata di venerdì le divise hanno scoperto alcuni fuochi d'artificio messi in vendita, in un negozio di Marina Centro, da un negoziante cinese senza la licenza del Prefetto. Il materiale, costituito da “fontane” e petardi, che veniva offerto al pubblico unitamente ad altri artifici pirotecnici ad effetto luminoso di libera vendita, è stato sequestrato e il cinese dovrà rispondere dei reati di commercio abusivi di materie esplodenti e immissione sul mercato di prodotti pericolosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento