Sequestro di occhiali cappelli, cinture e portafogli taroccati ai venditori abusivi

Intervento del personale della polizia Municipale di Rimini intervenuta sulla battigia tra i Bagni 60 e 80

Circa 250 occhiali e una cinquantina tra cappelli, cinture e portafogli a marchio contraffatto e sottoposti a sequestro: è il risultato dell’attività a contrasto dell’abusivismo commerciale condotta dagli agenti della Polizia Municipale di Rimini. La merce è stata rinvenuta durante i controlli che la squadra di vigili appositamente dedicata al servizio opera quotidianamente sulle spiagge da nord a sud del territorio. I venditori irregolari che si spostano lungo l’arenile sono stati intercettati tra i bagni 60 e 80 di Rimini e alla vista dei vigili hanno abbandonato la merce sul posto: si tratta del primo sequestro dall’inizio della stagione estiva di merce contraffatta, una tipologia di prodotti drasticamente diminuita rispetto ad un paio di anni fa. Nel corso dell’attività è stato anche identificato un venditore irregolare che aveva opposto resistenza ai controlli degli agenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento