Serena Grandi condannata a due anni per il fallimento del ristorante nel borgo San Giuliano

Un finale amaro per l'attrice che aveva dedicato il locale proprio a quella "Miranda" che l'aveva resa celebre sul grande schermo

L'attrice Serena Grandi, lanciata nel mondo del cinema da Tinto Brass e tornata alla ribalta dopo la partecipazione nel film premio Oscar "La grande bellezza di Sorrentino, è stata condannata martedì dal tribunale di Rimini a due anni e due mesi di carcere per il crac della società ’Donna serena srl». Con questa società l'attrice ha gestito per due anni l'ex locale nel Borgo san Giuliano la “Locanda di Miranda” e dichiarato fallito nel 2015.  L’attrice bolognese era stata rinviata a giudizio a dicembre del 2017.

L’accusa è che Serena Faggioli, in arte Serena Grandi, 62 anni, in quanto legale rappresentante della società, avrebbe distratto parte dei beni strumentali utilizzati nel ristorante, e sottratto i libri contabili e altra documentazione obbligatoria per legge relativi alla sua gestione. La procedura fallimentare della srl è ancora in corso davanti al Tribunale fallimentare di Rimini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un finale che la Grandi non si sarebbe mai aspettata per il suo ristorante dedicato proprio a quella "Miranda" che l'aveva resa celebre sul grande schermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento