rotate-mobile
Cronaca Riccione

Tra sfilate delle vecchie 500 e primi turisti sotto l'ombrellone, Riccione è alle prove tecniche d'estate

Tantissimi gli eventi tra la sfilata delle vecchie 500, le gare di karate con duemila atleti, i laboratori nella serra e la mostra a Villa Franceschi

Prove tecniche d’estate in una Riccione assolata e frizzante quelle andate in scena lo scorso weekend. Galeotte le alte temperature e il sole splendente, Riccione ha offerto ai numerosi turisti e visitatori che hanno affollato la città in questo meraviglioso scorcio di primavera la visione di una città bella, vivace, accogliente, colorata, pronta a dare avvio alla prossima stagione estiva, ormai alle porte.

Le spiagge sono state affollate per tutto il weekend: ombrelloni aperti, lettini stesi al sole, le prime gare di racchettoni sulla sabbia e qualche bagno in mare, i primi costumi da bagno sfoggiati sotto il sole caldo di una Riccione tutta da godersi, sullo sfondo di un mare invitante. La cartolina di Riccione in primavera strizza l’occhio così alla prossima stagione, fa assaggiare ai cittadini e ai turisti il sapore dell'estate che sta per arrivare.

Affollati anche i lungomari, in cui la natura ha fatto esplodere di colori e profumi le passeggiate, e i viali del centro fino a piazzale Roma e viale Dante, tra le coloratissime isole di verde e salotti a cielo aperto. Gremiti anche gli eventi che in città hanno accompagnato il fine settimana tra divertimento, cultura, sport e solidarietà.

Duemila atleti per il karate

Grande protagonista del weekend anche lo sport con il XXIII Open d’Italia di karate al Playhall - organizzato in collaborazione con l'Asd Centro Karate Riccione con il patrocinio del Comune di Riccione - che ha visto la partecipazione di duemila atleti per circa seimila presenze negli alberghi della città, e il Campionato Nazionale Fitness Musicale alla palestra di viale Capri.

Nella Perla Verde un fine settimana dal clima già estivo

I laboratori nella serra

Continuano ad essere molto amati i laboratori creativi nella serra del giardino di Villa Mussolini. Sabato mattina e domenica pomeriggio grandi e piccoli si sono dedicati alla creatività a tema botanico mentre il parco della villa era affollato dagli amanti del relax. A Riccione Paese al Museo del territorio, domenica pomeriggio tanti bambini sono andati alla scoperta dell’antica civiltà greca con la lettura animata della rassegna “Che mito il museo”. L'iniziativa proseguirà domenica prossima alle ore 17:30 con “L’amore immortale: Dioniso e Arianna”.

La commemorazione di Angelo Bergamonti

Ieri mattina sul lungomare della Repubblica si è svolta la cerimonia di commemorazione del motociclista Angelo Bergamonti, scomparso a causa di un incidente sul circuito cittadino di Riccione il 4 aprile 1971 durante la gara della classe 350.

Sul Lungomare della Repubblica, dove da tempo è stato eretto un cippo, assieme ad una stele monumentale, ieri mattina sono state esposte anche la moto con cui aveva corso Angelo Bergamonti durante la sua brillante carriera e diverse moto dell’epoca messe a disposizione dal Moto Club Misano.

Alla cerimonia, organizzata in occasione del 53esimo anniversario della morte - dal Moto Club Angelo Bergamonti - erano presenti la vicesindaca del Comune di Riccione Sandra Villa, il sindaco di Gussola, la città del pilota scomparso prematuramente, Stefano Belli Franzini, il presidente del Moto Club Claudio Bonaldo, la giornalista e conduttrice televisiva Claudia Peroni e numerosi appassionati di motociclismo che portano Bergamonti sempre nel cuore.

La sfilata in tutta la città delle vecchie Fiat 500

Sono arrivate in città domenica le storiche Fiat 500, insieme ad altre auto d’epoca, che in una curiosa e colorata parata hanno sfilato da viale San Martino e piazzale San Martino fino a piazza Unità e piazza Sacco e Vanzetti.  “Ringrazio il Comune di Riccione e i comitati d’area Abissinia, Alba, Paese e Tasso per la collaborazione e i servizi che ci hanno riservato - ha dichiarato il presidente di Fiat 500 Club Rimini, Lorenzo Lami - Tutti i partecipanti si sono divertiti moltissimo, la giornata è stata meravigliosa e la città ci ha accolto con grande simpatia e allegria”.

Il Campo lavoro missionario

Il weekend è stato dedicato anche alla solidarietà con lo svolgimento sabato e domenica del 44° Campo lavoro missionario della Diocesi di Rimini. Migliaia di persone hanno partecipato alla raccolta e visitato il mercatino del riuso svoltosi in viale Vespucci.

La mostra che celebra la libertà di essere se stessi

La cultura e la libertà di essere se stessi sono state al centro, venerdì scorso, dell’inaugurazione della mostra “The Ballad of Human Mutations” di Alice Babolin in arte Aliteia, a Villa Franceschi fino al 19 aprile. Il progetto, a cura di Alisia Viola e organizzato in partnership con Acmt-Rete per la malattia di Charcot-Marie-Tooth. Ha preceduto il vernissage la conferenza all’Auditorium del Licea Volta-Fellini con la professoressa Franca Fabbri dell’Accademia delle Belle Arti di Rimini sul tema dei corpi mutanti nell’arte. La conferenza sarà riproposta venerdì 19 aprile in occasione del finissage della mostra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra sfilate delle vecchie 500 e primi turisti sotto l'ombrellone, Riccione è alle prove tecniche d'estate

RiminiToday è in caricamento