Sfruttamento della prostituzione, il protettore finisce in carcere

Sull'uomo pendeva un mandato di cattura per la revoca della sospensione della pena

E' stato rintracciato a Riccione, dove si aggirava tranquillamente nonostante sulla sua testa pendesse un mandato di cattura, un tunisino 42enne ricercato per sfruttamento della prostituzione. Al nordafricano, infatti, lo scorso 2 luglio il tribunale di Ravenna aveva revocato il decreto di sospensione della condanna. Rintracciato dai militari dell'Arma, lo straniero è stato portato in caserma e, al termine degli accertamenti di rito, trasferito in carcere dove deve scontare una pena residua di 3 anni 11mesi e 29 giorni di reclusione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • Ascensore precipita con le persone dentro: diversi i feriti

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Marquez-Rossi, clima infuocato a Misano. Lo spagnolo: "Io lotto per il Mondiale". La replica: "Mi ha ostacolato"

  • Vittorio Sgarbi promuove Gnassi, "lo avrei già nominato premier", e anticipa i progetti su Fellini

  • Marquez vince a casa di Rossi: "Avevo una motivazione in più". E alla festa del podio viene fischiato

Torna su
RiminiToday è in caricamento