Sfruttamento della prostituzione, il protettore finisce in carcere

Sull'uomo pendeva un mandato di cattura per la revoca della sospensione della pena

E' stato rintracciato a Riccione, dove si aggirava tranquillamente nonostante sulla sua testa pendesse un mandato di cattura, un tunisino 42enne ricercato per sfruttamento della prostituzione. Al nordafricano, infatti, lo scorso 2 luglio il tribunale di Ravenna aveva revocato il decreto di sospensione della condanna. Rintracciato dai militari dell'Arma, lo straniero è stato portato in caserma e, al termine degli accertamenti di rito, trasferito in carcere dove deve scontare una pena residua di 3 anni 11mesi e 29 giorni di reclusione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

  • Riccione non si ferma e pensa alla nuova stagione turistica

Torna su
RiminiToday è in caricamento