Sfruttamento della prostituzione, il protettore finisce in carcere

Sull'uomo pendeva un mandato di cattura per la revoca della sospensione della pena

E' stato rintracciato a Riccione, dove si aggirava tranquillamente nonostante sulla sua testa pendesse un mandato di cattura, un tunisino 42enne ricercato per sfruttamento della prostituzione. Al nordafricano, infatti, lo scorso 2 luglio il tribunale di Ravenna aveva revocato il decreto di sospensione della condanna. Rintracciato dai militari dell'Arma, lo straniero è stato portato in caserma e, al termine degli accertamenti di rito, trasferito in carcere dove deve scontare una pena residua di 3 anni 11mesi e 29 giorni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

  • Taglia la legna con la motosega e si ferisce: trasportato al Bufalini con l'eliambulanza

Torna su
RiminiToday è in caricamento