Blitz in via Bassi: sgomberato il parcheggio della nuova questura

"Un ringraziamento al personale della Polizia Municipale per essere intervenuta insieme ad Anthea non appena è stato possibile", è il commento dell’amministrazione comunale

Polizia Municipale e Anthea sono intervenuti nel primo pomeriggio di venerdì all’interno del parcheggio di via Bassi, area privata a ridosso della nuova questura, dove da giorni stazionavano alcune carovane di nomadi. Oltre ad allontanare le carovane presenti – tra cui due camper lasciati in sosta di cittadini stranieri residenti sul territorio che si sono spostati dopo essere stati avvisati telefonicamente e una roulotte abitata da una riminese - l’intervento della Polizia Municipale ha consentito di recuperare una roulotte in stato di abbandono, che è stata quindi prelevata per il conferimento.

Il personale di Anthea ha poi provveduto a bloccare l’accesso al parcheggio con il posizionamento di new jersey di cemento. Non sarà però l’unico intervento: nei prossimi giorni all’ingresso del parcheggio sarà installato anche un varco limitatore in altezza della sagoma dei veicoli, al fine di scongiurare nuovi accessi e insediamenti non consentiti. “Un ringraziamento al personale della Polizia Municipale per essere intervenuta insieme ad Anthea non appena è stato possibile - è il commento dell’amministrazione comunale -. In questi giorni l’impegno del Corpo congiuntamente alle forze dell’ordine è stato massimo; continueremo a vigilare affinché certe situazioni non si ripetino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento