Si ampliano tre cimiteri del forese, la giunta approva il progetto

"Un vero e proprio prototipo tecnico-amministrativo che è nelle nostre intenzioni sviluppare in altri cimiteri del forese, data la difficoltà nel reperire le necessarie risorse economiche a causa del Patto di Stabilità"

La Giunta Comunale ha approvato il progetto preliminare che dà avvio alla procedura di concessione di lavori pubblici per la progettazione definitiva-esecutiva, costruzione e gestione economico-funzionale dell’ampliamento di tre cimiteri del forese: Casalecchio, Santa Maria in Cerreto e San Martino Monte L’Abate, il tutto per un investimento di oltre 2 milioni di euro.

“Un progetto – ha commentato l’assessore agli Affari generali Irina Imola – frutto di un lungo e approfondito confronto fatto d’incontri e assemblee pubbliche coi cittadini del forese che aspirano ad una sepoltura nei luoghi a loro cari e prossimi alla loro abitazione. Una situazione particolarmente sentita specie nell’area Sud, dove, ad oggi, non esiste alcuna disponibilità di sepoltura in loculo. Ci siamo quindi attivati per modificare in modo radicale l’offerta di posti salma inserendo nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici l’ampliamento dei Cimiteri del forese".

"Un risultato - spiega Imola - frutto del lavoro e della collaborazione di diverse professionalità presenti all’interno dell’Ente che, lavorando in equipe e condividendo le proprie competenze (tecniche, amministrative ed economiche), hanno portato all’elaborazione di tutta la documentazione progettuale e all’individuazione di un nuovo percorso tecnico-amministrativo che, attraverso la formula di “concessione e gestione”, consentirà di offrire una risposta alle esigenze non più rinviabili dei cittadini che potranno anche godere, sul costo finale delle tariffe, degli eventuali ribassi dell’offerta in fase di gara dal futuro Concessionario. Un vero e proprio prototipo tecnico-amministrativo che è nelle nostre intenzioni sviluppare in altri cimiteri del forese, data la difficoltà nel reperire le necessarie risorse economiche a causa del Patto di Stabilità.”

L’intervento prevede la realizzazione di manufatti per la tumulazione (tombe di famiglia, loculi singoli e doppi, ossari) nelle aree in disponibilità dell’Amministrazione Comunale, mediante l’impiego di sistemi cosiddetti “a secco” secondo le tecnologie che attualmente offre il mercato, per poter procedere in tempi e costi contenuti alla realizzazione delle opere.

Sulla base del progetto preliminare, sono state indicate le tariffe che dovranno poi essere oggetto di definizione in sede di gara per i loculi con concessione di durata di 25 anni, per i loculi a due posti con concessione di durata di 35 anni e per le tombe di con una durata della concessione di 99 anni.

Complessivamente, i manufatti da realizzare saranno: per il Cimitero di Casalecchio 5 Tombe di Famiglia, 160 loculi singoli, 80 loculi doppi e 112 Ossari; per il Cimitero di Santa Maria in Cerreto 8 Tombe di Famiglia, 160 loculi singoli, 80 loculi doppi e 128 Ossari; per il Cimitero di San Martino Monte l’Abate 4 Tombe di Famiglia, 52 loculi singoli e 16 loculi doppi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento