Si apparta con una prostituta e l'amico rapina la lucciola dopo il sesso

Provvidenziale il passaggio in strada di una pattuglia dei carabinieri coi militari dell'Arma che hanno bloccato il malvivente

Nella notte tra lunedì e martedì i carabinieri di Viserba sono intervenuti dopo che, un nordafricano, ha rapinato una lucciola. Secondo quanto emerso, due magrebini avevano incontrato la "bella di notte" di nazionalità russa e, uno di questi, ha contrattato un rapporto sessuale a pagamento per poi appartarsi con la prostituta. Terminato il sesso a pagamento il secondo nordafricano, un 36enne marocchino già noto alle forze dell'ordine, ha strappato la borsetta alla ragazza per poi scappare in direzione dell’autovettura dove lo attendeva il connazionale. A rovinare il colpo è stato il provvidenziale passaggio di una gazzella dell'Arma coi carabinieri che, insospettiti dalla cosa, hanno bloccato tutti quanti. E' stato così appurato che il 36enne aveva appena rapinato la lucciola che, nonostante lo spavento, ha raccontato tutto ai militari. Il marocchino è così finito in manette e, dopo una notte in camera di sicurezza, è stato processato per direttissima lunedì mattina. Il giudice, dopo aver convalidato il fermo del nordafricano, lo ha rimesso in libertà in attesa della prossima udienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento