rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Bellaria-Igea Marina

Si apre il processo all'accoltellatore del Beky Bay di Bellaria

Accusato di tentato omicidio, l'aggressione si era consumata alla fine dell'estate del 2015

Si è aperto martedì mattina nei confronti di un albanese 20enne, accusato di tentato omicidio, il processo per l'accoltellamento di un giovane bellariese avvenuto sulla spiaggia del Beky Bay alla fine dell'estate del 2015. Difeso dall'avvocato Fabio Massimo Del Bianco, il legale ha presentato la richiesta di una perizia per stabilire se il fendente, scagliato alla schiena con un coltellaccio da 16 centimetri, fosse in grado di ucciredere l'avversario. Nella prima udienza, inoltre, si sono costituiti parte civile sia il ferito che un amico, anche lui uscito malconcio dalla lite scoppiata nel locale bellariesa nella notte tra il 30 agosto e il primo settembre.

Feroce accoltellamento in spiaggia

Secondo l'accoltellatore, prima del ferimento del 20enne ci sarebbe stata un'altra scaramuccia all'interno del Beky Bay nata per questioni di donnecon l’albanese che avrebbe approcciato una ragazza sulla pista da ballo scatenando l’ira dell’italiano e di un gruppo di ragazzi dell’est che si trovavano con lui. Un alterco che è stato sedato dai buttafuori i quali hanno allontanato l’albanese che, però, poco dopo è rientrato sulla pista da ballo. Qui sarebbe stato notato dal gruppo degli avversari che, passandosi parola tra di loro, hanno organizzato una sorta di spedizione punitiva e, armati di spranghe di ferro, hanno circondato il 20enne. Per difendersi, ha quindi estratto il coltello con una lama da 16 centimetri e ha sferrato un unico fendente che ha colpito l’avversario italiano alla schiena perforandogli il polmone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si apre il processo all'accoltellatore del Beky Bay di Bellaria

RiminiToday è in caricamento