Si barrica nello studio: "Il mio collega mi vuole picchiare"

“Mi sono rifugiata in casa perché il mio collega mi vuole picchiare”. E’ grosso modo questa la richiesta d’aiuto fatta lunedì pomeriggio ai Carabinieri di Rimini da una dottoressa di 49 anni in via Triestre

“Mi sono rifugiata in casa perché il mio collega mi vuole picchiare”. E’ grosso modo questa la richiesta d’aiuto fatta lunedì pomeriggio ai Carabinieri di Rimini da una dottoressa di 49 anni in via Triestre. I Carabinieri hanno appurato che la donna aveva avuto una discussione con un suo assistente di studio, un 45enne, residente a Rimini, riconducibile a dissapori per questioni di lavoro. Entrambe le parti hanno riferito di non ricorrere a cure mediche.

Gli uomini dell’Arma, dopo gli accertamenti di rito, li hanno resi edotti della facoltà di adire le vie legali in relazione a tale vicenda.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento