rotate-mobile
Cronaca

Si estende per 135 km la rete ciclabile di Rimini, in 3 anni realizzati 16km di percorsi dedicati alla mobilità sostenibile

L'amministrazione comunale: “Continuiamo a progettare e lavorare affinché si possa rendere sempre più efficiente e più capillare la rete di percorsi ciclopedonale, integrandola adeguatamente nel contesto urbano"

 Sfiora attualmente i 135 km la rete ciclabile che si sviluppa sul territorio del comune di Rimini, un sistema di collegamenti che continua progressivamente a crescere grazie ai tanti progetti per lo sviluppo della mobilità sostenibile in cui l’Amministrazione sta investendo. Solo negli ultimi tre anni sono stati quasi 16 i chilometri di percorsi ciclabili realizzati, attraverso interventi mirati o nell’ambito di progetti di riqualificazione urbana più ampia, come ad esempio la trasformazione promossa dal Parco del Mare. Un investimento complessivo che ammonta dal 2020 ad oggi a circa 5,9 milioni di euro, per la maggior parte finanziati attraverso fondi regionali o nazionali che l’Amministrazione è riuscita ad ottenere per progetti infrastrutturali. Rientrano in questi progetti gli oltre cinque chilometri e mezzo di percorsi ciclabili realizzati nell’ambito della complessiva rigenerazione del lungomare nord, da Rivabella a Torre Pedrera, così come gli oltre 2,3 km di pista che oggi consentono di percorrere i tratti del Parco del mare sud riqualificati, dal piazzale Fellini a piazza Benedetto Croce e il tratto Spadazzi a Miramare. Importanti per la connessione unitaria del territorio, i collegamenti ciclabili di via Coriano a monte della Statale e di via XX Settembre e di via Ugo Bassi per la zona a monte della ferrovia. Un asse importante è anche quello realizzato nell’area di San Giuliano, tra via Coletti e il Deviatore Ausa.  

“Continuiamo a progettare e lavorare affinché si possa rendere sempre più efficiente e più capillare la rete di percorsi ciclopedonale, integrandola adeguatamente nel contesto urbano  – è il commento dell’Amministrazione comunale – Progetti che sono il frutto di una programmazione che per i prossimi mesi prevede nuove opere, come il ponte ciclopedonale del Deviatore Ausa in affiancamento alla SS 72 per collegare la due rive del fiume e la ciclabile già realizzata e connettere la Grotta Rossa alla zona a mare della Statale, il completamento dei collegamenti in piazzale Cesare Battisti, a cui si aggiungono le importanti opere in capo ad Autostrade nell’ambito dei lavori in corso sulla Statale 16. Allo stesso tempo l'Amministrazione sta già studiando nuovi interventi nella zona nord, anche in relazione all’arrivo del Metromare alla Fiera, muovendosi già per intercettare finanziamenti e risorse, così come fatto finora come ottimi riscontri”.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si estende per 135 km la rete ciclabile di Rimini, in 3 anni realizzati 16km di percorsi dedicati alla mobilità sostenibile

RiminiToday è in caricamento