rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Si intascava i soldi dei clienti, chiesto il rinvio a giudizio per avvocatessa riminese

L'avvocato avrebbe fatto sparire oltre 200mila euro dai conti correnti dei suoi assistiti

Nella sua qualità di amministratrice di sostegno avrebbe dovuto aiutare le persone più in difficoltà ma, secondo l'accusa, l'avvocatessa riminese in questione avrebbe svuotato i conti correnti dei suoi assistiti facendo sparire oltre 200mila euro. Arrestata dai carabinieri nel gennaio del 2014, la professionista aveva ammesso gli ammanchi che riguardavano, tra le altre persone, Andrea Severi, il clochard a cui un gruppo di balordi aveva dato fuoco nel 2008 quando dormiva su una panchina, e un ragazzo dell'alta Valmarecchia rimasto gravemente invalido. Per l'avvocatessa 39enne è arrivata la richiesta di rinvio a giudizio da parte del pubblico ministero Davide Ercolani con le accuse di peculato continuato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si intascava i soldi dei clienti, chiesto il rinvio a giudizio per avvocatessa riminese

RiminiToday è in caricamento