Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Si presenta davanti a scuola con una "pistola" per spaventare i compagni di un'amica

L'ultimo giorno di lezione un giovane riminese è andato fuori da un plesso scolastico con un'arma finta e senza tappo rosso

Nei guai un 17enne di Rimini, denunciato dai carabinieri di Novafeltria per "porto di armi od oggetti atti ad offendere". Tutto ha inizio sabato mattina, l'ultimo giorno di scuola, quando il minorenne si aggira in modo frenetico nel piazzale antistante la scuola "Tonino Guerra" di Novafeltria, senza però entrare nel plesso scolastico. A notare i suoi movimenti sospetti sono i carabinieri che si insospettiscono per il chiaro nervosismo del ragazzo. I militari gli chiedono subito il motivo di quel comportamento e il giovane risponde di essere uno studente di una scuola del Riminese e che si trovava lì perché voleva spaventare dei compagni di classe di una sua amica, con i quali nei giorni precedenti aveva avuto un diverbio.

I carabinieri però non si accontentano della spiegazione, perché continuano a vedere nel giovane un'agitazione sospetta. I militari così controllano il suo zaino e all'interno trovano una pistola in metallo finta, una copia di una semiautomatica e senza tappo rosso. L’arma è stata sequestrata e la bravata è costata cara al 17enne che ora dovrà rispondere alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Bologna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si presenta davanti a scuola con una "pistola" per spaventare i compagni di un'amica

RiminiToday è in caricamento