rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Cattolica

Si presentano per una perquisizione, il fratello dell'indiziato aggredisce i carabinieri

Un militare dell'Arma costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso da dove è poi stato dimesso con una prognosi di 10 giorni

Momenti di tensione in un appartamento di Cattolica dove, nella mattinata di martedì, i carabinieri si sono presentati per eseguire una perquisizione domiciliare disposta dalla Procura nei confronti di un 28enne originario di Melzo in provincia di Milano e residente nella Regina già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio. Ad aprire la porta, però, è stato il fratello 22enne anche lui vecchia conoscenza della Legge che alla vista delle divise ha iniziato a dare in escandescenza. In un primo momento ha sbattuto la porta in faccia a un carabinieri, ferendolo leggermente, per poi fare di tutto per bloccare l'accesso all'abitazione. Non senza fatica, i militari dell'Arma sono riusciti ad aprire ma appena sono entrati nell'appartamento il 22enne si è scatenato nuovamente strappando di mano alle divise il decreto di perquisizione e iniziando a tirare sedie contro al muro. I carabinieri sono stati quindi costretti a bloccarlo e ad ammanettarlo per poi portarlo in caserma dove è stato arrestato per resistenza. Processato per direttissima mercoledì mattina, il giudice ha convalidato il fermo e disposto per il ragazzo l'obbligo di firma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si presentano per una perquisizione, il fratello dell'indiziato aggredisce i carabinieri

RiminiToday è in caricamento