rotate-mobile
Cronaca Centro / Via Francesco Bonsi

Agente della Polizia di stato preso a testate e sportellate da un esagitato

Il ragazzo si è trasformato in una furia devastando la cellula di sicurezza e fracassando il finestrino, necessario l'uso dello spray al peperoncino per calmarlo

Un vero e proprio caos quello che, venerdì sera, si è verificato nel centro storico di Rimini e che ha avuto come bilancio un agente della Polizia di Stato preso a testate e sportellate, una Volante distrutta e un 27enne brasiliano residente nella Repubblica di San Marino arrestato. Tutto è avvenuto intorno alle 23 quando, a chiedere l'intervento degli agenti, è stato un ristoratore del centro storico a causa di due coppie di clienti che si erano allontanate dal locale senza pagare il conto. In attesa dell'arrivo della pattuglia, l'imprenditore aveva inseguito i quattro giovani e, dopo averli intercettati in via Bonsi, era riuscito a farsi saldare quanto dovuto senza troppe storie da parte dei ragazzi. Nel frattempo era arrivata sul posto anche la Volante e, mentre il personale della Questura stava raccogliendo la storia del ristoratore, si sono sentite urla e schiamazzi provenire da un altro locale tanto che gli agenti hanno deciso di andare a controllare cosa stesse accadendo. A dare fastidio erano le due coppie che, poco prima, avevano tentato di non pagare il conto che alla vista delle divise hanno iniziato ad insultarle pesantemente. Gli agenti hanno deciso quindi di identificarli e, mentre tre di questi pur non avendo i documenti hanno declinato le proprie generalità, il quarto ha iniziato a dare in escandescenza.

Il personale della Questura ha quindi cercato di bloccarlo ma questi, poi identificato per un 27enne brasiliano residente nella Repubblica di San Marino già noto alle forze dell'ordine per resistenza e oltraggio, si è rivoltato reagendo violentemente prendendo a testate i poliziotti. Caricato a forza nell'auto di servizio, il giovane ha iniziato a tirare dei calci contro la portiera mandando in frantumi il finestrino e devastando la cellula di sicurezza. E' stato necessario l'arrivo dei rinforzi e, nonostante altri due agenti e le manette ai polsi, il 27enne ha continuato a dimenarsi riuscendo a scaraventare la portiera addosso a un poliziotto. Solo l'utilizzo dello spray al peperoncino ha permesso di calmare l'esagitato e, alla fine, di caricarlo sulla seconda Volante per portarlo in Questura dove ha continuato ad opporre resistenza all'identificazione. L'agente, rimasto ferito, è stato costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso da dove è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni. Nel frattempo l'esagitato è stato arrestato per resistenza, lesioni, oltraggio danneggiamento e rifiuto di fornire le proprie generalità, dopo una notte in camera di sicurezza è stato processato per direttissima. Il giudice ha convalidato il fermo per tutti i capi d'accusa e disposto nei confronti del 27enne la misura cautelare del carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agente della Polizia di stato preso a testate e sportellate da un esagitato

RiminiToday è in caricamento