Si scatena la guerra per i motori: Imola contro Misano per la MotoGp

Ad accendere la miccia è stato il sottosegretario Andrea Rossi favorevole alla candidatura dell'"Enzo e Dino Ferrari". Il sindaco Gnassi: "Mi auguro che sia frutto di un gigantesco equivoco oppure di una marchiana strumentalizzazione"

La Regione non scarta l'idea di portare a Imola la MotoGp, ora a Misano. "Sotto il profilo turistico e commerciale - afferma il sottosegretario Andrea Rossi - è evidente che un ritorno di eventi di portata internazionale all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari comporterebbe un impatto positivo sull'indotto turistico imolese e non solo". Tra l'altro, aggiunge Rossi, "una gara di MotoGp potrebbe ulteriormente potenziare l'offerta della Motor Valley come appuntamento stagionale di punta per gli appassionati di motori, valorizzando le eccellenze del territorio circostante". Il sottosegretario risponde così, per iscritto, all'interrogazione del consigliere regionale della Lega Nord, Daniele Marchetti, che chiedeva appunto di spostare a Imola le gare della MotoGp, quando nel 2016 scadrà il contratto con Misano.

"La Giunta regionale non chiude la porta - esulta Marchetti in una nota - ora dunque la palla passa al Comune di Imola e alla società di gestione Formula Imola, che non devono perdere tempo e devono attivarsi immediatamente per riportare la massima serie motociclistica sul tracciato imolese. L'autodromo di Imola da un po' di anni a questa parte sopravvive e questa potrebbe essere l'occasione per il suo rilancio".

Pronta la replica del sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, tra i promotori della tappa misanese del circo a due ruote. “Mi auguro - commenta il primo cittadino riminese - che quanto riportato poco fa da agenzie di stampa, e riferito a un presunto ‘endorserment’ del sottosegretario della Regione Andrea Rossi circa la possibilità di trasferire a Imola il Moto GP ora a Misano Adriatico, sia frutto di un gigantesco equivoco oppure di una marchiana strumentalizzazione da parte del consigliere regionale della Lega Nord. Perché se così non fosse, l’unico commento possibile sarebbe il seguente: non ci siamo stancati in Emilia Romagna di farci concorrenza interna per finire dritti nel fosso? Le lezioni su aeroporti, fiere e quant’altro, non sono bastate? Spero e credo in una svista o in una ‘furbata’ di un consigliere. Ma invito immediatamente il sottosegretario Rossi a chiarire ufficialmente perché su certe cose non si può più scherzare. Soprattutto su quella parte di ‘beni immateriali’, che sulla Riviera di Rimini producono fatturati, posti di lavoro, indotto per economia e territori, e su cui l’area riminese investe da oltre 10 anni. I Comuni della Riviera, da Misano, a cattolica, a Riccione, a Rimini a Belaria, in sinergia con la Repubblica di San Marino, grazie agli sforzi e alle risorse investite, hanno saputo conquistare con la kermesse motociclistica del Santamonica una riconoscibilità sportiva e turistica di rango internazionale, costruendoci attorno negli anni un prodotto turistico di eccellenza e unico. Anche per questo far balenare anche per un solo istante uno ‘scippo’ dell’evento mi pare troppo e dunque è il caso che la Regione chiarisca senza indugio quello che, ripeto credo e spero, sia solo un equivoco”.

In riferimento alla dichiarazione del Sottosegretario alla Presidenza della Regione Emilia-Romagna, Andrea Rossi, il Sindaco di Misano Adriatico Stefano Giannini ha dichiarato che "la Regione Emilia Romagna il suo Gran Premio Motogp ce l’ha già e si svolge al Misano World Circuit “Marco Simoncelli” di Misano ed il nostro territorio vuole mantenerlo anche in futuro.
Il Sottosegretario Andrea Rossi essendo stato eletto da poco tempo, evidentemente ancora non ha molto chiari quali siano i confini della regione che rappresenta, ma sono sicuro che avrà modo di superare questi deficit in geografia, magari facendosi aggiornare sul territorio riminese dal suo Presidente Stefano Bonaccini che proprio domenica scorsa era a Morciano per inaugurare la Fiera di San Gregorio, e poi magari, venendoci a trovare a Misano, durante il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini il prossimo settembre".

 "Questa sua dichiarazione - ha concluso Giannini - relativa alla valorizzazione attraverso il Gran Premio di MotoGP della nostra Regione come brand “Motor Valley”, comunque mi stimola a ricordare a tutti, compreso al Sottosegretario Rossi, che anche quest’anno, come abbiamo fatto dal 2007 ad oggi, i Comuni della Riviera di Rimini lavoreranno insieme alla Provincia di Rimini, al Misano World Circuit e alla Repubblica di San Marino per condividere insieme alla stessa Regione Emilia-Romagna un percorso comune che abbia l’obiettivo di valorizzare il territorio, le sue risorse, il progetto Motor Valley e tutti quei piloti nati nella nostra terra e che portano i nostri colori  in tutto il mondo” .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Alla Santa Monica SpA siamo amareggiati e delusi dalle ripetute dichiarazioni a proposito del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, quasi fosse una pedina da spostare strategicamente come se si giocasse su una scacchiera - ha aggiunto Umberto Trevi, Vicepresidente Santa Monica SpA. - Dovrebbe essere noto che la realtà non è questa. La MotoGP a Misano World Circuit è il frutto di un connubio virtuoso: da una parte gli ingenti e pluriennali investimenti di un’impresa privata, la Santa Monica SpA, l’ultimo dei quali la riasfaltatura della pista proprio oggi completata; dall’altra gli sforzi di enti pubblici territoriali come la Repubblica di San Marino, la Provincia di Rimini e i comuni direttamente interessati e partecipi. Tutto ciò si svolge in uno scenario nel quale i competitor sono altri Paesi, particolarmente quelli in grande sviluppo economico. Auspichiamo, nell’interesse della Regione Emilia Romagna, che energie e risorse siano volte ad arricchire ulteriormente il calendario degli eventi, non a sottrarli nell’ambito dello stesso territorio. Le lezioni del passato, anche a proposito di motorismo sportivo, siano di insegnamento. Ciò che accade a Misano Adriatico rappresenta un punto d’eccellenza nella Regione Emilia Romagna, in Italia e nel mondo. Non a caso MWC, fra i pochi circuiti al mondo, ospita entrambi i mondiali di motociclismo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento