Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Riccione

Si sospetta un'overdose per la morte di Gabriele Deyla

Il corpo del noto ristoratore ritrovato privo di vita nella mattinata di giovedì nella sua casa di Montiano

Si sospetta un'overdose per la morte di Gabriele Deyla, il noto ristoratore del mondo della notte riccionese, ritrovato privo di vita nella sua casa di Montiano (nell'entroterra cesenate) nella mattinata di giovedì. Famoso per aver curato la ristorazione di tanti locali di punta della Perla Verde, come l'Hakuna Matata, il Byblos e lo Yellow, il decesso del 55enne è stato scoperto verso le 13 quando il suo corpo è stato scoperto riverso sulle scale della sua abitazione. E' scattato l'allarme che ha fatto accorrere sul posto il personale del 118 ma, il medico, non ha potuto far altro che constatarne il decesso e avvertire i carabinieri della locale Stazione. Secondo il medico legale, che ha ispezionato il cadavere, la morte risalive alle 9 di giovedì e, del ritrovamento, è stato informato il pubblico ministero di turno, Magnolo.

Gli inquirenti hanno voluto vederci chiaro in quanto Deyla era in trattamento presso il Sert, con l'utilizzo di metadone. Potrebbe, insomma, essere stata un'overdose a stroncare la sua vita. In tal caso scatterebbe una probabile indagine delle forze dell'ordine per cercare l'eventuale spacciatore. Tuttavia solo l'autopsia potrà dare una parola definitiva al riguardo, rimanendo per ora la più probabile “pista” quella di una sospetta intossicazione. I militari non hanno comunque trovato nell'abitazione della sostanza stupefacente. A quanto sembra Deyla aveva avvisato dolori fin dalla sera precedente e aveva anche delle patologie croniche precedenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si sospetta un'overdose per la morte di Gabriele Deyla

RiminiToday è in caricamento