Si spezza l'albero del windsurf, riminese salvato in acqua dalla Guardia Costiera

Erano da poco passate le 15 quando un turista, che si trovava nel molo di levante del porto canale di Rimini, ha visto un uomo chiedere disperatamente aiuto aggrappato ad una tavola da surf

Erano da poco passate le 15 quando un turista, che si trovava nel molo di levante del porto canale di Rimini, ha visto un uomo chiedere disperatamente aiuto aggrappato ad una tavola da surf, a circa 200 metri dalle ostruzioni. Il turista ha così immediatamente avvertito la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Rimini che ha inviato sul posto una unità costiera, il battello pneumatico GC B04 con a bordo 3 militari della Guardia Costiera, già impiegato in un servizio di pattugliamento nelle acque del Compartimento di Rimini nell’ambito del dispositivo predisposto dalla Direzione marittima di Ravenna per le festività pasquali e successivi ponti.

Lo sfortunato windsurf, un riminese di 37 anni, è stato quindi tratto in salvo poco dopo insieme alla tavola e alla relativa vela. Stanco e spaventato, il 37enne ha detto di non necessitare di assistenza medica e ha raccontato quanto successo. La disavventura è iniziata quando le avverse condizioni meteo-marittime hanno causato la rottura del piede d'albero della vela del proprio windsurf, che hanno catapultato in acqua il riminese. Una disavventura, però, fortunatamente a lieto fine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento