menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si tuffa di testa in mare dal moscone, per le gravi lesioni rischia la paralisi

Trasportato d'urgenza in ospedale dopo essere stato rianimato sulla battigia dal personale del 118

E' ricoverato in condizioni estramente critiche e, oltre alla vita, richischia di rimanere paralizzato il bagnante che, lunedì mattina, è stato salvato in extremis dal bagnino di salvataggio e dal personale del 118. L'uomo, un albanese 40enne, secondo quanto ricostruito dai militari della Capitaneria di Porto di rimini era uscito in mare con un moscone per fare il bagno. Arrivato nello specchio d'acqua davanti al Bagno 68, lo straniero si sarebbe tuffato nell'acqua troppo bassa andando a picchiare violentemente la testa sul fondo sabbioso rimanendo privo di sensi. Ad accorgersi di quanto stava accadendo è stato il bagnino di salvataggio che, dopo aver dato l'allarme, è intervenuto per riportare a riva lo straniero già in stato di semincoscienza e iniziare le manovre di rianimazione. Nel frattempo sulla battigia sono accorsi i mezzi del 118, ambulanza e auto medicalizzata, coi sanitari che si sono prodigati per cercare di far ripartire il cuore dell'uomo. Una volta stabilizzato, l'albanese è stato poi trasportato d'urgenza al pronto soccorso dell'Infermi dove, i medici, si sono riservati la prognosi sia a causa delle lesioni riportate alle vertebre cervicali che per la mancanza di ossigeno. Al momento il personale della Capitaneria di Porto sta interrogando parenti e testimoni per ricostruire con esattezza quanto accaduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Simbolo di Rimini, storia e curiosità del grattacielo

social

Ricette con uova, 4 idee creative da gustare

social

Pizza integrale in padella da preparare a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento