Sicurezza, 10 nuovi varchi per accedere al centro storico di Rimini

Un sistema strutturato di dissuasori - fissi e a scomparsa - e di arredi fissi e mobili, inizialmente predisposti nel perimetro compreso tra le piazze Cavour, Tre Martiri e Ferrari

Nella seduta di ieri, la Giunta comunale di Rimini ha approvato un programma di interventi di riqualificazione degli accessi e della mobilità nel centro storico, in ordine alla nuova normativa di sicurezza nazionale, cosiddetta 'safety and security'. Sono 10 azioni nell'ambito di un sistema strutturato di dissuasori - fissi e a scomparsa - e di arredi fissi e mobili, inizialmente predisposti nel perimetro compreso tra le piazze Cavour, Tre Martiri e Ferrari, per un importo previsto di più di sessantaquattro mila euro. Attualmente sono già presenti alcuni interventi per la sicurezza e la regolamentazione degli accessi in alcune delle aree coinvolte, come fioriere, manufatti e fittoni metallici e in pietra. Con i nuovi interventi si riorganizza e si integra, dandogli anche una uniformità funzionale e estetica, la rete di accesso al centro storico in linea con le direttive previste dalla normativa e il piano safety and security, a protezione della sicurezza di cittadini, turisti, eventi, attività economiche e a sostegno del lavoro delle forze dell'ordine. In particolare è prevista la collocazione di tre tipologie di manufatti: dissuasore a scomparsa automatico; dissuasore fisso; fioriera circolare, completa dell'arredo verde verde.

"Questi interventi previsti nell'ambito dell'attuazione della 'safety and security'- dichiara l'assessore alla Sicurezza e legalità, Jamil Sadeghovaad- sono inseriti in una più generale e complessiva opera di valorizzazione e tutela del centro storico, che passa attraverso l'incremento della fruibilità e della sicurezza. Viene riorganizzata la rete degli accessi attraverso azioni che rispettano criteri più elevati per ciò che riguarda funzionalità ed estetica, proprio perché l'idea che Rimini deve dare è quella di una città libera e non blindata con catene e blocchi di cemento. Questo elemento apparentemente visuale diventa invece sostanziale per accrescere la percezione di tutela personale e nello stesso tempo mantenere un mood di fruibilità massima, soprattutto durante lo svolgersi di eventi che richiamano grande pubblico. Infine va detto che questi interventi, oltre ad aiutare lo sforzo organizzativo delle forze di polizia, va a supportare il progetto che verrà realizzato nei prossimi mesi che prevede l'ampliamento del sistema di video controllo e video sorveglianza degli accessi al centro storico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento