Sicurezza del territorio, dalla Regione arrivano 270mila euro

Serviranno a finanziare nove lavori urgenti, per dissesti idrogeologici, in altrettanti Comuni dell’entroterra

Messa in sicurezza del territorio, difesa idraulica, sistemazione di versanti e arginature. E ancora: rifacimento di ponti, consolidamento di edifici pubblici, ripristino di viabilità comunale e di erosioni spondali. La Regione Emilia-Romagna dà il via ad un maxi pacchetto di 70 interventi che vale oltre 16 milioni di euro, tra fondi nazionali e regionali, da Piacenza a Rimini. Complessivamente sono 68 i Comuni interessati. La quota più consistente, risorse statali pari ad oltre 13 milioni, comprende 19 cantieri in altrettanti comuni. I fondi derivano dall’aggiornamento dell’accordo con il Ministero dell’Ambiente del 2010, recentemente registrato dalla Corte dei Conti, che permetterà tra l’altro di utilizzare i risparmi di spesa ottenuti su lavori già conclusi.

Altri 3 milioni e mezzo di risorse regionali consentiranno la realizzazione di 51 opere urgenti di protezione civile in 49 comuni. Si tratta di interventi necessari a fronteggiare i danni causati da diversi episodi di maltempo, fra i quali i più recenti di ottobre e novembre 2016 e dei primi mesi del 2017. “La prevenzione è al centro della nostra strategia sulla sicurezza territoriale: il lavoro comune condotto con il Ministero ci ha permesso di ottenere una nuova e importante assegnazione di finanziamenti che completano il quadro di quelli messi in campo direttamente dalla Regione”, afferma Paola Gazzolo, assessore alla Difesa del suolo e della costa.
“L’attività di progettazione degli interventi è già partita, prima ancora della conferma dell’assegnazione delle risorse statali, perché non intendiamo perdere tempo”, conclude Gazzolo. “L’obiettivo è giungere al più presto all’apertura dei cantieri che riguardano opere molto attese dalle comunità e fondamentali per la sicurezza e la qualità della vita dei cittadini”.


In provincia di Rimini la Regione ha destinato uno stanziamento di 270mila euro per nove lavori urgenti in altrettanti Comuni dell’entroterra. Si va da Casteldelci con la messa in sicurezza delle mura della Torre di Gattara (20mila euro) a Montefiore Conca, dove per garantire la sicurezza pubblica sulla strada provinciale n. 84 “Pedrosa” verrà ripristinato un versante e saranno regimentate le acque superficiali. Gli altri interventi riguardano: il ripristino del manto stradale del parcheggio pubblico di via F.lli Cervi a Montegridolfo (15mila euro); la messa in sicurezza di tratti del torrente Messa e del fiume Marecchia in prossimità del centro abitato di Ponte Messa, nel Comune di Pennabilli (50mila euro); il ripristino della via degli Ulivi che collega San Clemente alla frazione di Sant’Andrea in Casale (25mila euro); il tombinamento del canale consortile secondario Banze, con rifacimento del ponticello stradale di via Montalbano, nel Comune di Santarcangelo di Romagna (25mila euro).

E ancora: a Sant’Agata Feltria la sistemazione della strada fra le località Ugrigno e Miniera di Novafeltria (25mila euro); vari lavori sulla Rupe di San Leo, dalla pulizia dei versanti alla messa in sicurezza del sentiero di accesso alla fortezza, dall’aggiornamento delle aree interdette al potenziamento della segnaletica, fino alla messa in sicurezza della circonvallazione dell’area occidentale (40mila euro); il ripristino della viabilità del ponte Bailey sul rio Mavone attraverso opere temporanee che ne garantiscano la transitabilità, a Verucchio in località Villa Verucchio (35mila euro). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

  • Dpcm 3 dicembre: feste di Natale solo tra conviventi, viaggia solo chi deve rientrare nella residenza

Torna su
RiminiToday è in caricamento