Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca

Sicurezza, la Lega attacca: "Siamo stufi, Rimini ha un grosso problema. Va ammesso e affrontato"

Intervento del consigliere Matteo Zoccarato: "Nessuno pretende che sia l’amministrazione comunale a sobbarcarsi il problema, ma non si può più nascondere la povere sotto il tappeto"

“A seguito dell’ennesima incresciosa vicenda, che nuovamente vede balzare il buon nome della nostra città sulle cronache ed i media nazionali, ritengo che tutti noi abbiamo superato ogni limite di sopportazione”. Sul tema della sicurezza torna a scendere in campo la Lega, per voce di Matteo Zoccarato, consigliere comunale di Rimini. Anche lo stesso Matteo Salvini, durante le scorse ore, aveva pubblicato sui suoi profili social alcune immagini delle risse avvenute nel cuore di Rimini. “Ormai ogni giorno, le cronache locali sono un bollettino di guerra: è di appena un paio di settimane fa la notizia della rissa fra bande scoppiata in spiaggia, culminata con un grottesco atto cannibalistico nel quale un 25enne nigeriano ha strappato e mangiato parte del dito del proprio rivale. Domenica 20 giugno, le cronache locali riportano di una rissa scoppiata nel bel mezzo di viale Vespucci che ha scatenato panico e caos fra turisti e residenti, e nel contempo abbiamo l’episodio avvenuto in un chiringuito della riviera, dove una coppia è stata aggredita da un gruppo di sinti".

La Lega chiede all'amministrazione di "non nascondere la polvere sotto il tappeto". E Zoccarato prosegue: "Dalle aggressioni ai piccoli furti, la situazione è ormai fuori controllo. Ciò non crea solo un problema dal punto di vista dell’immagine e dell’appetibilità turistica del territorio: è la serenità stessa di tutti i cittadini riminesi che viene messa in gioco. Noi, che giornalmente speriamo di ritrovare la nostra bicicletta una volta tornati dal mare, che speriamo di non finire coinvolti in una rissa tra extracomunitari mentre passeggiamo sul Viali delle Regine, noi che speriamo di tornare a casa e non di ritrovarla svaligiata. Riscontriamo come questo sia un trend ad incremento costante su tutto il territorio nazionale, specialmente durante la stagione estiva, ma non ammettere che Rimini abbia un problema è oggi una cecità ideologica non più tollerabile".

E in conclusione: "Nessuno pretende che sia l’amministrazione comunale a sobbarcarsi il problema, ma non possiamo non ricordare come il Viminale abbia già stanziato un cospicuo aumento dell’organico delle Forze dell’Ordine in vista della stagione estiva, così come non possiamo più tacere davanti ad un’amministrazione che chiude gli occhi davanti all’evidenza, cercando ogni scusa possibile per evadere dalle proprie responsabilità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, la Lega attacca: "Siamo stufi, Rimini ha un grosso problema. Va ammesso e affrontato"
RiminiToday è in caricamento