rotate-mobile
Cronaca Riccione

Sicurezza, scontro Comune-Fratelli d'Italia: "Quali fake news, tagliati fuori dai fondi per le telecamere”

Sul tema sicurezza Fratelli d'Italia torna a incalzare: "A fronte di una critica sostanziale documentata dai fatti ci si viene a dire che facciamo fake news, restiamo basiti"

Non si placano a Riccione polemiche e dibattiti sul tema della sicurezza pubblica. L’amministrazione comunale durante le scorse ore ha ribadito che prosegue il progetto per “blindare il centro”. La giunta Angelini si è soffermata nello spiegare che “sono state diffuse notizie false in cui veniva confusa la possibilità di partecipare a un bando del 2023 per finanziare la videosorveglianza rispetto al progetto di blindare il centro annunciato nel 2024 a seguito delle spaccate”. In particolare era caduta all’occhio una nota di Fratelli d’Italia in cui si sosteneva che Riccione era stata “tagliata fuori dai fondi per le telecamere”. Ora il dibattito si arricchisce di una nuova puntata, con Fratelli d’Italia che non ci sta e torna a incalzare il Comune: “Quando, a fronte di una critica sostanziale documentata dai fatti, ci si viene a dire che facciamo fake-news restiamo basiti per cotanta approssimazione”.

Stefano Paolini, coordinatore di Fratelli d’Italia e consigliere comunale, attraverso una nota torna a ribadire come: “Riccione non è inclusa fra i Comuni che beneficeranno complessivamente di un pacchetto di milioni per installare il servizio di videosorveglianza: questa, gentile amministrazione comunale, non è fake news ma realtà dei fatti. Che poi la scelta sia stata del Comune stesso, dipenda o meno da altri motivi o addirittura da un’esclusione non meglio chiarita questo non è stato precisato in specie dalla stessa amministrazione comunale che sull’argomento ha taciuto prima di venire smascherata. Chi ha visto questo progetto di cui si è parlato in Consiglio comunale? I commercianti? I cittadini? Le categorie? Le forze politiche? Le forze dell’ordine? Noi non ne sappiamo nulla. Diano risposte alle nostre domande”.

Fratelli d'Italia prosegue: “Il Ministero dell’Interno attraverso questo bando – viene specificato nella pubblicazione in Gazzetta Ufficiale – mira a incrementare la sicurezza urbana attraverso l’installazione di sistemi di videosorveglianza”. E, di più: “Interventi di riqualificazione urbanistica, sociale e culturale, recupero delle aree degradate, prevenzione della criminalità quali requisiti e condizioni per la partecipazione al bando di sicurezza urbana”. E ancora: “Il finanziamento messo a disposizione dal Ministero è aumentato di 15 milioni di euro stanziati nel 2023 ai 19 milioni di euro messi a disposizione quest’anno”. Infine: “Le domande devono essere presentate entro il 29 marzo 2024”, cosa che il Comune di Riccione non ha fatto”.

“Queste, lo ribadiamo, non sono fake news, come l’amministrazione comunale sostiene attribuendocene le colpe, ma fatti reali ed inopinabili – conclude Paolini -. Allora rispediamo al mittente quanto mosso nei nostri confronti, parole buttate al vento da un’amministrazione comunale sgangherata che ora cerca di mettere riparo ad una realtà venuta a galla e fino a quel momento volutamente tenuta sotto silenzio. Vorremmo infine capire i motivi per i quali si è scelto di non partecipare al bando ministeriale, spiegazioni sul perché altri 8 comuni del territorio ci sono rientrati e noi no e infine conoscere quali siano le reali ragioni che ci hanno portato a restarne fuori”.

“In questo modo, ne siamo straconvinti, non si fa il bene di Riccione, e per questo lavoriamo per mandare presto e bene a casa coloro che governano la cosa pubblica come se fosse casa loro. Non è così, purtroppo. Riccione è dei cittadini, dei commercianti, di tutti coloro che la amano e la tengono nel cuore. E non può permettersi giochini, falsità, risposte piccose come quella che saremmo noi a fare fake-news da parte di chi la amministra. Esiste una realtà dei fatti sotto gli occhi di tutti: il centro e i viali limitrofi sono alla mercè della delinquenza. Ne riparleremo alla prossima rapina o alla prossima spaccata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, scontro Comune-Fratelli d'Italia: "Quali fake news, tagliati fuori dai fondi per le telecamere”

RiminiToday è in caricamento