Sindrome di Down, un mattone per cercare l'autonomia

L'iniziativa nasce per sostenere l'Associazione Centro 21 di Riccione, impegnata nella costruzione della Casa di via Limentani, che accoglierà i progetti di autonomia di persone affette da sindrome di Down

Giovedì è stata presentata la Cena di solidarietà organizzata dal Circolo di Buon Vicinato “I Villaggi” di via Arezzo nella giornata di sabato 17 novembre 2012 alle ore 20. L’iniziativa nasce per sostenere l’Associazione Centro 21 di Riccione, impegnata nella costruzione della Casa  di via Limentani, che accoglierà i progetti di autonomia di persone affette da sindrome di Down e disabilità mentali. L’incontro è stato anche l’occasione per fare il punto della sottoscrizione cittadina in atto e rilanciare le attività di sostegno all’iniziativa.

Sono intervenuti: il Sindaco di Riccione Massimo Pironi; Federica Torcolacci, Assessore ai servizi alla persona; Maria Cristina Codicè, Presidente Associazione Centro 21 Riccione; Enzo Romagna, Presidente Circolo di Buon Vicinato “I Villaggi” di via Arezzo; Giorgio Mignani, rappresentante Lions Club Riccione.

“Mancano ancora 120 mila euro per completare la costruzione di Casa Limentani” ha spiegato Maria Cristina Codicè, Presidente dell’Associazione Centro 21 Riccione. “Il traguardo è ancora lontano, anche se abbiamo la consapevolezza di potercela fare. Abbiamo ricevuto nei mesi scorsi una donazione importante di 30 mila euro. Le Ceramiche Valle del Conca ci sta dando una grossa mano per i pavimenti. Il Lions Club quest’estate ci ha fornito un pulmino Ducato Fiat che ci è utilissimo per le attività e gli spostamenti dei ragazzi. Diverse consigliere della Commissione comunale per le pari opportunità ci stanno versando i loro gettoni di presenza. Persino l’IKEA ha inserito l’arredo interno dei Casa Limentani come suo progetto dell’anno, e questo è per noi un risultato e un riconoscimento eccezionale. Adesso ci serve uno scatto di reni. Pensiamo che il salone polifunzionale per le attività possa essere pronto già per gennaio, e pensiamo di utilizzarlo da subito. I ragazzi hanno bisogno di stabilità per il loro cammino di autonomia. Passare da un appartamento all’altro, come abbiamo fatto negli ultimi anni, crea in loro grossi problemi di orientamento e di adattamento. La scadenza per riuscire a mantenere il contributo regionale (euro 177.064) è il 13 ottobre 2013. In quella data i lavori devono essere conclusi.”

La cena di sabato prossimo sarà dunque l’occasione per rilanciare la campagna di sostegno al progetto: “Dona un mattone per Casa Limentani”.  L’obiettivo sarà quello dei 120 mila euro necessari a completare la costruzione dell’immobile, di proprietà comunale, che servirà come sede dell’Associazione e come alloggio dove a turno i ragazzi con sindrome di Down e con disabilità mentali potranno trascorre brevi periodi di autonomia, senza la presenza e l’aiuto di altri famigliari. Un traguardo per loro importantissimo. Il progetto per la ristrutturazione dell’immobile è stato accolto nel 2009 dalla regione Emilia-Romagna, che contribuirà con 177.064 euro, pari al 31,35 per cento del costo preventivato dell’intervento, stimato allora in 564.000 euro. Il Comune di Riccione ha già stanziato, e in parte versato, 150 mila euro. A carico della stessa Associazione Centro 21 rimanevano dunque 237,736 euro. Rimangono ora scoperti gli ultimi 120 mila euro.

“Quello della ristrutturazione della Casa di via Limentani è un progetto ambizioso partito già nello scorso mandato amministrativo – hanno spiegato il Sindaco Massimo Pironi e l’Assessore ai servi alla persona Federica Torcolacci - Ora siamo alla stretta finale. Siamo sicuri che come in altre occasioni la città saprà stringersi attorno a questo grande obiettivo. In questi ultimi mesi le occasioni di fare solidarietà non sono certo mancate. A partire dal terremoto che ha colpito l’Emilia. E’ stato acquistato un altro strumento diagnostico per l’Ospedale. Adesso dobbiamo fare l’ultimo passo e portare a casa anche questo risultato.”  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento