Siringhe, metadone e degrado dentro l'ex Fiera ripulita dalle forze dell'ordine

Nuovo blitz di carabinieri e Municipale nella struttura abbandonata diventata ritrovo di tossicodipendenti e rifugio per sbandati. Dopo l'ennesima bonifica, i varchi di accesso sono stati nuovamente forzati

Nuovo intervento delle forze dell'ordine all'ex Fiera di Rimini, eseguito all'alba di lunedì, nella struttura diventata luogo di ritrovo per tossicodipendenti e sbandati che bivaccano nell'edificio. All'interno sono stati rinvenuti numerosi giacigli e ricoveri di fortuna, fatti con poltrone e divanetti, utilizzati da tossici e sbandati. In alcune stanze sono state trovate siringhe usate, resti di fiale di metadone e psicofarmaci abbandonati, tali da presupporre che comunque il luogo fosse frequentato da tossicodipendenti. Nella parte posteriore della struttura,d ove il cancello della recinzione è aperto a tutti, sono stati trovati tombini scoperti, porte sfondate nell’ex ristorante ed anche lì resti di siringhe e fiale di metadone. L’area dopo la bonifica a cura di alcuni operai inviati sul posto dall’Ente Fiera è stata nuovamente chiusa con lucchetti e catene, mentre le porte posteriori, che erano sfondate sono state riparate e sbarrate dall’interno. All’esterno, inoltre, sono state​ fatte ripristinare le segnaletiche a protezione del cantiere in attesa della demolizione del vecchio edificio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento