menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Case triplicate dal dopoguerra. E in futuro ci saranno sempre più stranieri

I cittadini non italiani sono 36.783, con un incremento di 1.882 unità (+5,4%), rispetto all’anno precedente (44,6% maschi e 55,4%femmine - indice di mascolinità 0,8)

Sono 335.331 i residenti nella provincia di Rimini (48,3% maschi e 51,7% femmine), con una crescita rispetto all’anno precedente di 3.261 unità (+1%) dovuto alla sola componente migratoria dato che la componente naturale registra un segno negativo (-203). E' quanto si evince dal 14° report dell’Osservatorio demografico provinciale presentato da Juri Magrini, assessore statistica e sistema osservatori della Provincia di Rimini; Mario Galasso, assessore alle politiche sociali della Provincia di Rimini, e Rossella Salvi, responsabile Osservatori statistici della Provincia di Rimini.

ALCUNI NUMERI - I cittadini non italiani sono 36.783, con un incremento di 1.882 unità (+5,4%), rispetto all’anno precedente (44,6% maschi e 55,4%femmine - indice di mascolinità 0,8). I residenti nel comune capoluogo rappresentano quasi il 44% dei residenti complessivi. Un altro 38% della popolazione di Rimini risiede in comuni di dimensioni dai 10 mila ai 50 mila abitanti, mentre i 10 comuni più piccoli concentrano solo il 4,5% della popolazione residente. Le nascite nel 2012 sono state 2.970, mentre i decessi 3.173 con un saldo naturale negativo paria -203 unità (con una media giornaliera di 8,1 nascite e 8,7 decessi).

FAMIGLIE - Complessivamente sono 143.623 le famiglie, con una media di 2,32 componenti. Rispetto all’anno precedente si registrano 2.339 famiglie in più. Con un incremento del numero di famiglie superiore a quello medio provinciale (+1,7%) si segnalano i comuni di San Giovanni in Marignano (+3%), Misano Adriatico e Talamello (+2,6%), Rimini (+2,5%), Santarcangelo di Romagna (+2,4%).

ANZIANI - I residenti con 65 anni o più sono 70.836 (21,1%), di cui 43,4% maschi e 56,6% femmine), gli over 75 sono 35.780 (10,7%, di cui 39,7% maschi e 60,3% femmine), mentre gli over 80 sono 21.588 (6,4%, di cui 36,6% maschi e 63,4% femmine). Rimane stabile dall’anno scorso il numero di persone (95) che ha raggiunto o superato la soglia dei 100 anni. In particolare i centenari sono 41 mentre gli ultracentenari sono ben 54. Le due persone più anziane hanno 105 anni e sono entrambe femmine.

ABITAZIONI - Sono 164.195 le abitazioni totali rilevate all’ultimo censimento generale della popolazione e delle abitazioni, con un incremento del +15,2% rispetto al censimento precedente e più che triplicate rispetto a quelle censite nel 1951. La percentuale di abitazioni occupate da residenti sulle abitazioni totali censite varia ai diversi censimenti da un massimo del 91% del 1961 ad un minimo del 76,8% del censimento 1981, fino a stabilizzarsi nei censimenti 1991-2001 intorno ad un 80%.

NOMI - Al primo gennaio sono presenti 40.549 cognomi diversi degli oltre 300.000 esistenti in Italia. I 3 cognomi più diffusi nella popolazione residente sono “Fabbri” , “Rossi” e “Casadei” e insieme rappresentano il 2,2% della popolazione totale. Si scende alla 184-esima posizione della graduatoria per trovare il primo cognome straniero che è risultato “Ndiaye”. Tra i residenti stranieri ai primi posti si trovano “Ndiaye” , “Chen” e “Diop” che insieme rappresentano l’1,5% della popolazione straniera residente in provincia.

Nel complesso sono stati rilevati 27.589 cognomi diversi per la popolazione italiana e 14.595 per la popolazione straniera. I nomi più diffusi, invece, sono Maria, Anna e Sara tra le femmine e Andrea, Marco e Alessandro tra i maschi. Maria, in particolare, è il nome che primeggia anche tra le femmine straniere, mentre tra i maschi stranieri si registra Mohamed.

SCENARI - Nei tre diversi scenari la popolazione residente nella provincia di Rimini risulta comunque in crescita, anche se con tassi inferiori a quelli degli anni passati. Da oggi al 2030 l’incremento della popolazione residente totale varierebbe da un minimo di 27mila unità secondo lo scenario basso al un massimo di 83mila secondo lo scenario alto con un valore intermedio di circa 50 mila persone nell’ipotesi dello scenario centrale L’incidenza della popolazione straniera sulla popolazione totale, attualmente intorno all11% , si stima possa crescere ancora nei prossimo anni fino a raggiungere quota 14% nel 2020 e 16% nel 2030.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento