Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Smog fuori controllo, in provincia di Rimini scattano le misure d'emergenza

Attivato 1° livello di allerta per il contenimento e la riduzione dell'inquinamento atmosferico, a causa dello sforamento continuativo del valore limite giornaliero

Entrano in vigore domani, venerdì 26 gennaio, le misure emergenziali previste dal 1° livello di allerta per il contenimento e la riduzione dell'inquinamento atmosferico, a causa dello sforamento continuativo del valore limite giornaliero di polveri sottili PM10. In seguito alla verifica odierna effettuata da ARPAE, è stato evidenziato come nel territorio provinciale si sia registrato il superamento negli ultimi 4 giorni del valore limite giornaliero di polveri sottili PM10. Da domani e fino al successivo giorno di controllo, entrano quindi in vigore automaticamente le misure emergenziali previste dal Piano Aria regionale e dall’Accordo di Bacino Padano siglato tra le Regioni Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia e Veneto.

In particolare le misure emergenziali previste dall’ordinanza prevedono: ampliamento delle limitazioni alla circolazione dalle ore 8,30 alle ore 18,30 a tutti i veicoli diesel Euro 4. Obbligo di riduzione della temperatura di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a massimo 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali; fino a massimo 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali). Sono esclusi da queste indicazioni gli ospedali e le case di cura, le scuole ed i luoghi che ospitano attività sportive. Divieto di utilizzo di generatori di calore domestico alimentati a biomassa legnosa (legna, pellet, cippato, ecc), in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe 3 stelle (classificazione ambientale introdotta dalla delibera di Giunta Regionale n.1412/2017). Divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli. Divieto assoluto per qualsiasi combustione all'aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d'artificio, ecc.). Divieto di spandimento dei liquami zootecnici. Potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti. Con il prossimo bollettino, la cui emissione è prevista per lunedì 29 gennaio, ARPAE comunicherà l'eventuale rientro a una situazione di normalità, il mantenimento dell'allerta di 1° livello o l'eventuale passaggio all'allerta di 2° livello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog fuori controllo, in provincia di Rimini scattano le misure d'emergenza

RiminiToday è in caricamento