Smog, la Regione: "2011 difficile. Ma blocchi traffico efficaci"

In questi mesi, infatti, le limitazioni al traffico nelle città per combattere lo smog non si stanno rivelando così efficaci come in passato e le cause di ciò “sono da ricercare anche nelle particolari condizioni meteo"

Dieci anni positivi, con le polveri sottili sempre in calo, almeno fino all’anno scorso, ma un 2011 che sta segnando una preoccupante inversione di tendenza. In questi mesi, infatti, le limitazioni al traffico nelle città per combattere lo smog non si stanno rivelando così efficaci come in passato e le cause di ciò “sono da ricercare anche nelle particolari condizioni meteo climatiche di questo periodo”.  È quanto si legge nella risposta fornita in aula dalla Giunta al consigliere Andrea Pollastri (Pdl).

L'esponente aveva chiesto all’esecutivo regionale di prendere posizione rispetto al ‘no’ del sindaco di Piacenza, Roberto Reggi, rispetto alla proposta di allentare il blocco del traffico auto nel centro storico nei giorni delle feste natalizie, per non penalizzare oltremodo i commercianti. L’assessore Sabrina Freda (Ambiente e riqualificazione urbana) ha sottolineato come la tutela della salute pubblica non possa conoscere pause, sebbene la Regione sia consapevole dei disagi generati non solo alle imprese e agli esercenti ma anche ai cittadini dalle limitazioni alla circolazione. Peraltro, le decisioni del Comune di Piacenza sono di esclusiva pertinenza dell’amministrazione comunale.

Ma nella risposta della Giunta, si ricorda come l’Accordo sulla qualità dell’aria fra la Regione e i Comuni firmatari abbia portato ad affrontare con efficacia le criticità del periodo autunnale-invernale in merito agli sforamenti dei limiti di legge imposti sulla quantità di polveri sottili nell’aria. Politiche che “nell'ultimo decennio hanno portato, fino al 2010, ad una sostanziale riduzione delle concentrazioni di inquinanti in atmosfera. In nove anni dal 2002 - precisa il governo regionale - le polveri fini PM10 sono calate del 25% come valore medio annuale, con una riduzione del 40% dei superamenti dei limiti giornalieri previsti dalla normativa. Per la prima volta nel corso degli ultimi 10 anni, ovvero da quando si effettuano le misure di PM10, il valore della media annuale è sceso in tutte le stazioni al di sotto del limite normativo previsto di 40 microgrammi al metro cubo”. Quest’anno l’inversione di tendenza: “Ma ciò non toglie che i risultati raggiunti in un decennio - chiude la Regione - sono stati importanti, anzi indica che il sistema Regione-Enti locali dovrebbe adottare misure ancora più decise per ridurre le emissioni generate dal traffico veicolare”.

Pollastri ha ribadito nella replica come la sua intenzione fosse quella di “una Giunta che prendesse una posizione politica” su misure del Comune di Piacenza che “stanno mettendo in ginocchio i commercianti del centro storico. Sono infatti consapevole delle competenze esclusive dell’amministrazione comunale piacentina, per questo, insisto, serviva una presa di posizione politica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento