menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pm10, 14 giorni di fila oltre i limiti: scattano i provvedimenti urgenti antismog

Alla luce poi dell’ennesimo sforamento, il quattordicesimo, in sintonia con gli altri capoluoghi della Romagna, Rimini ha deciso di applicare le misure emergenziali previste dall’Accordo di Programma per la qualità dell’aria

Giovedì è stato disposto il blocco della circolazione stradale dinamica privata nel territorio del Comune di Rimini dalle 08.30 alle ore 18.30, per l’area del centro storico. Il blocco si è reso necessario a causa del superamento per più giorni consecutivi e sull’intero territorio regionale del valore limite del pm 10. “Martedì mattina è arrivata la lettera dell’assessore regionale Alfredo Peri chiedendo ai Comuni di ripristinare il blocco del traffico", spiega l’assessore all’Ambiente Sara Visintin.

"Nel pomeriggio e anche mercoledì mattina abbiamo fatto le opportune verifiche e soprattutto ci siamo confrontati con gli altri capoluoghi del territorio, per capire quali misure adottare e soprattutto uniformare l’azione - chiosa l'assessore -. Alla luce poi dell’ennesimo sforamento, il quattordicesimo, in sintonia con gli altri capoluoghi della Romagna, abbiamo deciso di applicare le misure emergenziali previste dall’Accordo di Programma per la qualità dell’aria, che riguardano il blocco del traffico per l’area del centro storico e la regolazione delle temperature negli abitazioni e negli altri ambienti”.

Sono esclusi dal blocco del traffico di domani i veicoli elettrici e ibridi; i veicoli benzina e diesel conformi alle Direttive Euro 4 ed Euro 5; gli autoveicoli alimentati a Gas metano e GPL; gli autoveicoli diesel Euro 3 dotati di filtro antiparticolato al momento dell’immatricolazione del veicolo; autoveicoli diesel dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili ai fini dell'inquinamento da massa di particolato almeno Euro 4; autoveicoli con almeno 3 persone a bordo (car pooling) se omologate a 4 o più posti; autoveicoli con almeno 2 persone a bordo se omologate a 2 o 3 posti; autoveicoli condivisi (car sharing); autoveicoli per trasporti specifici e autoveicoli per uso speciale, così come definiti dall'articolo 54 del codice della strada; ciclomotori e motocicli omologati Euro 2 ed Euro 3; veicoli diesel di tipo M2, M3, N1, N2 o N3 omologati Euro 3 dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili quali Euro 3 o categoria superiore.

Per quanto riguarda la temperatura degli ambienti chiusi, dal 19 al 24 dicembre i cittadini residenti dovranno osservare i seguenti comportamenti: ridurre le temperature di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a massimo 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali; fino a massimo 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali). Sono esclusi da queste indicazioni gli ospedali e le case di cura, le scuole ed i luoghi che ospitano attività sportive; nelle unità immobiliari dotate di sistemi di riscaldamento multi-combustibile, è vietato l’utilizzo di biomasse (legna, pellet, cippato, altro) in sistemi di combustione del tipo camino aperto. Tutte le informazioni sono disponibili al sito www.liberiamolaria.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento